Colletto e polsini in pizzo Macramé di inizio ‘900

 d.JPG

Questi splendidi merletti risalenti agli inizi del 1900 sono appartenuti a una mia bisnonna. Erano i polsini ed il colletto di un vestito. Son in finissimo cotone bianco e realizzato a mano con la tecnica “Ad ago”.

HPIM0910.JPG

Ho riutilizzato il colletto come bordura di un asciugamano, in lino, per la cucina.

f.JPG

I polsini li ho utilizzati come bordura delle due tendine in lino per la credenza in cucina. Incredibilmente, e fortunatamente, le misure erano perfette per entrambi gli usi, così non ho dovuto tagliare per adattarli.

Tendine per gli armadi a vetri
Credenze, armadi e scaffali con ante a vetro sono una soluzione ideale per esporre libri e collezioni. Preservano ciò che contengono dalla polvere e aggiungono una nota originale all’arredo.
Non sempre però questi mobili vengono adibiti a compiti così “nobili” e spesso vengono impiegati in cucina, in bagno o in corridoio per riporvi utensili od oggetti d’uso comune. In questi casi un modo per celarne il contenuto consiste nell’ingentilire le ante con belle tendine di stoffa leggere. È una soluzione semplice ed economica che ricorda lo stile di certe vecchie dimore di campagna.
Le tende per un armadio o una vetrina vanno fissate anche alla base, per assicurare loro una maggiore stabilità ed impedire che si spostino quando l’anta viene aperta

05-05-2013 09;33;47.JPG

← La tendina in tessuto allegro e fiorato è una rifinitura perfetta per questo armadietto da bagno. L’azzurro del tessuto riprende il colore delle modanature del mobile, mentre il giallo fa pandant con la carta da parati.

Pannello di pizzo floreale: il motivo floreale delle tende di pizzo, tese dietro le antine in vetro di un mobiletto vecchio stile, si armonizza con l’atmosfera del locale.

Ricadendo in morbide pieghe lungo l’anta di vetro di questo armadio d’ingresso, il tessuto leggero ne cela il contenuto.

*

05-05-2013 09;33;08.JPG

05-05-2013 09;33;38.JPG

*

Una soluzione elegante:
Le strisce di stoffa color avorio, usate per legare queste tende a clessidra, sono state ornate con
vistose coccarde dello stesso colore.

*

*

I diversi modelli.
Esistono 3 principali modelli di tende per ante:

  1. Tende increspate. Il tessuto ricade in morbide pieghe, con un effetto aggraziato. Si eseguono utilizzando stoffa leggerae arricciandole in alto er in basso su bacchette o su un filo plastificato per tendaggi.
  2. Tende lisce. Sono la soluzione ideale per mettere in evidenza un bel pizzo o un tessuto ornato di ricami. Possono essere realizzate con stoffe dai motivi grandi e vistosi. Anche queste tende vanno appese con bacchette ad entrambe le estremità.
  3. Tende a clessidra. Questo modello impreziosisce tessuti semplici ed economici (mussola, voile, nylon). La tenda andrà prima increspata in alto e in basso e poi raccolta a metà con un nastro, in modo da formare la forma a clessidra.

Le tende per vetrine e armadietti possono essere realizzate in qualsiasi tessuto leggero, trasparente o di pizzo. La soffa può essere raccolta in una increspatura o appesa liscia. Scegliete un materiale il cui disegno sia visibile anche sul rovescio.
I tessuti più indicati sono il voile, il pizzo, la mussola di cotone, il madras, il raso peer fodere ed anche la seta leggera.
È preferibile ricorrere a una ricca increspatura se si utilizza tessuto leggero, mentre quelle con motivi decorativi vistosi o le tende in pizzo spesso risaltano meglio se appena lisce.

da Idee creative

Colletto polsini pizzo Macramé inizio ‘900

Colletto e polsini in pizzo Macramé di inizio ‘900ultima modifica: 2013-05-05T10:33:00+00:00da patiba
Reposta per primo quest’articolo