Luci e atmosfere natalizie: il Pot-pourri

Si dice: pot-pourri Non si dice: put-purri, pur-purri
Il Pot-pourri è una miscela fragrante di fiori essiccati, erbe aromatiche, semi, spezie ed essenze naturali che viene utilizzata per profumare e dare freschezza agli ambienti. Realizzarlo è abbastanza semplice: si possono impiegare foglie e petali raccolti nei boschi o nel proprio giardino; oppure acquistare nelle erboristerie e nelle profumerie i prodotti già essiccati, combinandoli con quelli a propria disposizione. Il termine francese, significa “contenitore di fermentazione” e allude all’antica abitudine di creare la miscela facendo macerare gli elementi vegetali in grandi vasi di terracotta.

Decorazioni profumate. Scegliete gli ingredienti del pot-pourri in modo da evocare le tinte e i profumi della stagione che più amate: porterete una nota di colore in più nella vostra abitazione

Spezie, bucce di agrumi, foglie e fiori profumati: ecco gli ingredienti di base di ogni pot-pourri. Per accentuare l’aroma dellla miscela, triturate voi stessi le spezie con un mortaio e un pestello poco prima di aggiungerle al composto.

Un lavoro “lampo”. Per preparare rapidamente un pot-pourri, prendete dei rametti di lavanda e fateli essiccare capovolti per un paio di settimane. Poi sbriciolatene il cespo e ponetelo in una ciotola insieme ai fiori violacei.

Scegliere il contenitore. I pot-pourri vengono conservati in contenitori traforati in porcellana o in globi di porcellana bucherellati per consentire al profumo di diffondersi nell’ambiente. Chi desidera usare il pot-pourri come decorazione, può ricorrere ad un contenitore senza coperchio, riempendolo di cotone idrofilo o di carta velina appallottolata fino in superficie e spargendovi sopra erbe e petali profumati. In questo caso il profumo evapora rapidamente, quindi sarà necessario ravvivarlo periodicamente con qualche goccia di essenza floreale.

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/8/84/Dried_Roses_%284260289056%29.jpg

In bella mostra. Due graziosi piattini accolgono perfettamente un variopinto pot-pourri. La decorazione sul bordo dei piatti funge da cornice ai petali e alle foglie le cui tinte risaltano in tutta la loro bellezza.

Una ricetta tradizionale

Occorrente
1 tazza di lavanda, 1 tazza di petali di rosa essiccati, ½ tazza di boccioli di rosa essiccati, ½ tazza di foglie di verbena al limone, ½ tazza di foglie di geranio profumato, buccia di limone esssiccata, un pizzico di pimento¹, chiodi di garofano, 1 bastoncino di cannella, radice di iris in polvere, 2 gocce di essenza di rosa.

Preparazione

  • I fiori: Miscelate i petali essiccati, i boccioli, la lavanda, le foglie in una grande tazza. Tagliate a pezzettini con e forbici la buccia di limone e aggiungetela.
  • Le spezie. Usando un pestello e un mortaio polverizzate il pimento e i chiodi di garofano. Poi triturate il bastoncino di cannella e mescolarìte le spezie agli altri ingredienti.
  • Aggiungere il fissativo. Spargete a radice d’iris sul pot-pourri e mescolate a lungo. Quindi versate sul composto l’essenza di rosa.
  • Mettete il pot-pourri in un vaso coprendolo con un coperchio e lasciatevelo per 4 settimane scuotendolo o mescolandolo con delicatezza di tanto in tanto in modo che i profumi vengano assorbiti.
¹Pimento (anche chiamato Pepe giamaicano o Pepe garofanato), è una spezia ricavata dai frutti essiccati della Pimenta dioica, un albero sempreverde, della famiglia del Mirto e originario della Giamaica. Il nome deriva dal termine spagnolo pimenta, cioè “pepe”.

.

Un “mèlange” di profumi e colori in una composizione profumata. Questa ghirlanda, composta da un intreccio di ramoscelli ornati di rose rosse e rametti di lavanda, domina coi suoi colori lo spazio sopra il caminetto. Le rose sono l’elemento fondamentale della composizione, mentre la lavanda fornisce un tocco di colore contrastante e contribuisce nello stesso tempo ad ammorbidire l’insieme.

  • Cuori e fiori.
    Fiori secchi d’ogni colore e dimensioni possono essere usati per creaare splendide ghirlande. La ghirlanda rotonda della foto è realizzata con fiori a gambo corto; mentre quella cuore è fatta confiori a gambo lungo che consentono di ottenere la forma voluta.
  • Nastri e fiocchi.
    Un’insolita e delicata ghirlanda è stata ravvivata con un nastrino e un grosso fiocco. Per completare l’effetto, bastano pochi fiori sistemati qua e là.

Queste graziose ghirlande se appese ad una porta, la ravviveranno molto piacevolmente, soprattutto nel periodo natalizio: agrifoglio, rami di abete, pigne, bastoncini di cannella e altre tipiche decorazioni di questo periodo, ed ecco pronto un “caldo” benvenuto ai vostri ospiti.

Idee creative, De Agostini 1987

Ghirlanda di lavanda e fiori secchi

 http://fotogallery.donnaclick.it/images/2013/09/Ghirlanda-di-lavanda-e-fiori-secchi.jpg

Atmosfere natalizie: il Pot-pourri
Di Sanjay Acharya – self-made at California, USA, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2717672
Di Alex Proimos from Sydney, Australia – Dried Roses, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=25651159
Luci e atmosfere natalizie: il Pot-pourriultima modifica: 2013-12-08T11:42:00+00:00da patiba
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.