Crostata di germogli di pungitopo e strigoli (Silene vulgaris) con mozzarella di bufala campana

Le erbe spontanee
L’uso culinario delle erbe, considera generalmente come erbe le parti della foglia verde (secca o fresca) rispetto alle spezie, che invece sono prodotte da altre parti della pianta, come semi, bacche, radici, frutti o cortecce, di solito essiccate.
Le erbe spontanee e selvatiche che possono essere raccolte e mangiate, essendo eduli cioè commestibili. vengono usate per preparare vari piatti in cucina o talvolta usate in sostituzione di un ortaggio simile. generalmente si raccolgono le foglie per consumarle crude in insalata oppure cotte: bollite o saltate in padella oppure come ingrediente per zuppe, minestre, risotti, ravioli, gnocchi, sciroppi.
Quali sono le erbe selvatiche che si possono mangiare? Le erbe selvatiche commestibili sono tante, eccone alcune: asparago, bietola, borraggine, cicoria selvatica, finocchio selvatico, luppolo, malva, melissa, menta, orticapungitoporosolacciosambucostridoli (strigoli), tarassaco.

Ricette con erbe di campo spontanee

mezze-penne-con-asparagi-selvatici-di-bosco-L-Ing4b1ortiche come pulire.

.

.

.

.

.

 

PUNGITOPO

I teneri germogli (turioni) del pungitopo (bruschi, brusco, brusasorzi, spinapulici, asparago pazzo, piccasorci, punziratti, erba cocca, bruscolo, frascina), la caratteristica piantina sempreverde con la tipica bacca rossa (da non confondere con l’agrifoglio), si trovano alla base delle piante nel periodo primaverile nelle stesse zone degli asparagi e sono molto gustosi utilizzati per diverse preparazioni: pasta, risotto, frittata, crostata salata, in insalata, sott’olio.

Ingredienti per 4-6 persone
  • Pasta sfoglia,
  • 4 uova,
  • 250 g. di strigoli o altra verdura (spinaci, erbette oppure erbe spontanee primaveriii),
  • 250 gr. di germogli dei pungitopo (o Asparago Pazzo, brusasorzi, brusco, piccasorci, punziratti, rusco, ruscolo pungitopo, scope bruschie, sparacin servaggiu, spinapulici, spinatopo),
  • 300 gr. di fungi freschi,
  • 100 gr. di prosciutto crudo,
  • 1 bella mozzarella di bufala campana,
  • 1 cipolla,
  • olio extravergine d’oliva (evo),
  • sale e pepe.

Ricette con il pungitopo

Preparazione

Pulite i germogli e gli stridoli (staccando le foglioline) e lavateli bene. Soffriggete la cipolla tritata in olio e unite i germogli di pungitopo e gli stridoli (o altre erbe). Fate saltare su fiamma vivace per 5 minuti, salate, pepate e lasciate raffreddare. In una ciotola sbattere le uova con pepe e sale. Aggiungete le erbe saltate, i funghi spezzettati, la mozzarella a cubetti e straccetti di prosciutto. Foderate una teglia con la pasta sfoglia, bucherellatela, quindi versate dentro il composto di uova con le erbe ed i funghi. Passate la crostata in forno caldo a 200° per 20 minuti.

Vino

Trebbiano di Romagna, Verdicchio delle Marche, Chardonnay (Valle d’Aosta), Pinot Grigio (Friuli), Soave (Veneto).

File:Mushroom Spinach Tart (4089922846).jpg

Crostata germogli pungitopo, stridoli con mozzarella di bufala

Pasta con germogli di pungitopo

Risotto con germogli di pungitopo

Mushroom Spinach Tart (4089922828).jpg Mushroom Spinach Tart (4089922846).jpg
Crostata di germogli di pungitopo e strigoli (Silene vulgaris) con mozzarella di bufala campanaultima modifica: 2014-04-03T07:16:00+02:00da patiba0
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento