Balaleet_2019

Balaleet piatto tradizionale arabo dolce e salato

Cos’è il balaleet?

Il balalit è un piatto tradizionale dolce e salato che costituisce il primo pasto della giornata nei paesi arabi del Golfo Persico, servito soprattutto durante la festa islamica dell’Eid, con ceci bolliti e piselli. Al tramonto, dopo una lunga giornata di digiuno durante il Ramadan, il balaleet è su quasi tutte le tavole degli Emirati

Come fare il balaleet

È un piatto dai sapori contratanti che riflette la miscela di culture del Medio Oriente e dell’Asia Occidentale. Tradizionalmente è preparato con vermicelli addolciti con  cardamomoacqua di rose e zafferano, accompagnato con una sottile frittata di uova e a volte servito con cipolle o patate saltate. L’abbinamento dei dolci con le uova era popolare fin dai primi beduini, e l’aggiunta dei vermicelli arrivò nel Medioevo con i commercianti che introdussero la pasta in Medio Oriente.

Dolci a base di spaghetti vermicelli.

Ricette simili si trovano in India, Pakistan e Iran:

  • Puro khurma, spaghetti con datteri secchi
  • Muzaffar, vermicelli con essenza di pino
  • Faloodeh, gelato con acqua di rose e vermicelli.

Per un brunch mediorientale, il balaleet come dessert dopo una insalata fattoush

balaleet

La ricetta del Balaleet, la tradizionale colazione negli Emirati Arabi Uniti che si consuma caldo o freddo.

  • Tempo di preparazione: 5 minuti
  • Tempo di cottura: 15 minuti

Cucina emiratina, mediorientale,vegetariana. Autore Mike Benayoun

 Ingredienti per 4 persone
  • 2 tazze di vermicelli (spaghetti di grano)
  • 8 cucchiai di burro chiarificato
  • ¾ tazza di zucchero
  • 2 cucchiai di cardamomo macinato
  • 2 pizzichi di zafferano diluito in 2 cucchiai di acqua di rose o acqua
  • 4 uova sbattute
  • Olio vegetale

Attrezzatura

  • Colino
 Preparazione
  1. In una padella scaldate 2 cucchiai di olio e aggiungete metà dei vermicelli crudi. Friggete leggermente i vermicelli finchè diventano dorati, circa 5 minuti. Mescolate continuamente con un cucchiaio di legno, in modo che i vermicelli non brucino.
  2. Aggiungete abbondante acqua per bollire i vermicelli fritti. Quando l’acqua inizia il bollore, aggiungete il resto dei vermicelli crudi e cuocere per soli 3 minuti. Scolate la pasta in uno scolapasta.
  3. Aggiungete nella padella il burro, il cardamomo, lo zucchero e lo zafferano diluito. Mescolate finchè lo zucchero si scioglierà, circa 6-8 minuti.
  4. Nella padella versate  i vermicelli, mescolate e cuocete per altri 2 minuti.
  5. In un’altra padella, scaldate 3 cucchiai di olio vegetale, aggiungete le uova sbattute. Inclinate la padella per spargere le uova. Capovolgete la frittata e cuocete per un altro minuto.
  6. Servite i vermicelli con sopra la frittata.
196flavors.com/united-arab-emirates

File:Balaleet plate, 2018.png

Acqua di rose alimentare e analcolica per dolci, piatti esotici e bevande

Imqaret, dolcetti tradizionali maltesi ripieni di datteri

Menù medievale ai sapori d’ Oriente con pollo al curry e riso pilaf

[[File:Balaleet 2019.jpg|Balaleet_2019]][[File:Balaleet plate, 2018.png|Balaleet_plate,_2018]][[File:Homemade Balaleet, 2023.jpg|Homemade Balaleet, 2023]]
acqua di rose Rose_and_water_bottle

Acqua di rose alimentare e analcolica per dolci, piatti esotici e bevande

Come si possono usare i petali di rosa?

In cucina i petali di rosa si possono utilizzare per composte, marmellate o per preparare l’acqua di rose

L’acqua ai petali di rose si utilizza per aromatizzare ed esaltare piatti esotici, dolci, prodotti da forno e bevande. Per realizzarla occorrono rose di giardino non trattate o, in alternativa, petali essiccati di erboristeria (sapore e profumo saranno più leggeri).

File:مراسم گلابگیری در قمصر کاشان Golabgiri ("making Rosewater") - Ghamsar- Kashan- Iran 27.jpg

Golabgiri (“fare l’acqua di rose”) è una cerimonia che si svolge ogni anno da metà maggio a metà giugno a Kashan, nella provincia di Isfahan, in Iran. La cerimonia si svolge in tutta la contea di Kashan, a Ghamsar, Niasar e in altri villaggi. Durante questa manifestazione, che ogni anno attira oltre un milione di turisti, viene preparato, secondo il tradizionale metodo dell’evaporazione, il succo dei fiori rossi piantati nei numerosi giardini fioriti di queste zone.

Ingredienti

La proporzione sarà circa 1 litro d’acqua distillata alimentare ogni 200 gr di petali di rose non trattate, oppure in alternativa, petali essiccati di erboristeria.

Le rose più indicate per uso alimentare sono quelle rosa e rosse perché il loro profumo e sapore è più intenso rispetto a quelle bianche o gialle.

Il colore dell’acqua non sempre corrisponde a quello dei petali, ma l’intensità del colore non influisce sull’aroma dell’acqua.

Con l’acqua di rose si possono realizzare torte, biscotti e creme utilizzandola da sola o in abbinamento con altri aromi come vaniglia e cannella

Preparazione

Staccate delicatamente i petali dalle rose, eliminate quelli rovinati e la parte bianca all’attaccatura del petalo.

Lavate i petali sotto l’acqua corrente, quindi metteteli in una casseruola. Unite, molto delicatamente, la quantità di acqua necessaria a ricoprirli totalmente e trasferite la casseruola sul fuoco a fiamma bassa.

Appena l’acqua raggiunge l’ebollizione spegnete la fiamma, coprite con il coperchio e lasciate le rose in infusione per almeno 2 ore o fino quando i petali avranno perso completamente il colore, dovrebbe durare circa 60 minuti e vedrete affiorare l’olio di rosa

Quando l’acqua di rose si sarà raffreddata, mettete una garza in un colino e filtrate il liquido direttamente in un barattolo di vetro con chiusura ermetica.

Conservazione

L’acqua di rose si conserva in frigorifero, in un barattolo di vetro chiuso ermeticamente per 20 giorni; altrimenti si può congelare nei scacchetti per il ghiaccio.

Giallozafferano.it/giustopergusto
File:Golab being make in Meymand - Fars 21.jpg

In Meymand: Golabgiri “fare l’acqua di rose” è una cerimonia che si svolge ogni anno da metà maggio a metà giugno a Kashan, nella provincia di Isfahan, in Iran. La cerimonia si svolge in tutta la contea di Kashan, a Ghamsar, Niasar e in altri villaggi. Durante questa manifestazione, che ogni anno attira oltre un milione di turisti, viene preparato, secondo il tradizionale metodo dell’evaporazione, il succo dei fiori rossi piantati nei numerosi giardini fioriti di queste zone. (Wikipedia)

“Acquarosa”, bevanda afrodisiaca con alcool di Leonardo da Vinci

Rosolio alle rose, ricetta siciliana

Ippolito Cavalcanti, Delle creme: Crema di rose, ricetta edita nel 1839

Confettura di rose antiche

Golab being make in Meymand – Fars 21.jpg Rose and water bottle.jpg مراسم گلابگیری در قمصر کاشان Golabgiri (“making Rosewater”) – Ghamsar- Kashan- Iran 27.jpg