Decorazioni di cioccolato: foglie, riccioli, rotolini....

Decorazioni di cioccolato: foglie, riccioli, rotolini….

.
Tante idee per abbellire torte e pasticcini o tutto quello che volete,con il cioccolato: bianco, al latte, alle nocciole o.fondente!
.

Le foglie
Per preparare delle foglie di cioccolato, per decorare certi dolci, dovete procurarvi delle foglie fresche con venature molto marcate: alloro, rosa… Fate fondere del cioccolato in un recipente posto sopra un altro contenente acqua bollente, poi smalmare il cioccolato sulla parte superiore della foglia con un coltello. Lasciate ben rassodare il cioccolato, mettendo le foglie su carta da forno.

Torten in Sofia Bulgarien 20090404 003.JPG
I mezzi gusci con i palloncini
Per 6 persone: 400 gr.di cioccolato fondente. Fondete 300 gr. di cioccolato a bagnomaria raggiungendo 45°C. Toglietelo dal fuoco ed immergetevi i 100 gr. rimasti a pezzo intero, mescolando fino a raggiungere 27°C. Togliete il cioccolato non fuso e ponete ancora a bagnomaria quello fuso per riportarlo a 32°C. Intingetevi per metà 12 piccoli palloncini poco gonfiati. Appoggiateli su un foglio di carta da forno e lasciateli asciugare. Quando il cioccolato si sarà rassodato, bucate i palloncini e staccateli ottenendo i mezzi gusci. Riempirli a piacere.

I riccioli
Tenendo una “barra” di cioccolato sopra al dolce da decorare passate la lama di un pelapatate sul bordo più sottile della tavoletta, facendo cadere direttamente sulla tortai riccioli che verranno a formarsi.

Another of Life's Little Pleasures.jpg

I rotolini
Fate fondere del cioccolato poi con una spatola stendetelo su un piano di lavoro ben freddo, in uno strato alto circa 3 mm. Lasciatelo raffreddare ma non indurire. Infilate quindi un lungo coltello o una spatola di metallo, leggermente inclinati, sotto il cioccolato. Muovendo avanti e indietro la lama del coltello, verranno a formarsi dei rorolini dello spessore di un foglio di carta.

ChocolateTruffleCakeIdeal03.JPG

Cioccolato sminuzzato
Da utilizzare sempre per decorare un dolce. Spezzettare grossolanamente una tavoletta di cioccolato, poi con un coltello pesante e ben affilato tagliussatelo a pezzetti molto piccoli ed irregolari.

 

White chocolate shreds detail.jpg

Cioccolato grattugiato
Utilizzando la “barra” di cioccolato fatta ben raffreddare in frigo, grattugiatela finemente o grossolanamente, a piacere, direttamente su un piatto.

Leggi anche

Decorazioni di cioccolato foglie, riccioli, rotolini.... (2)    Decorazioni di cioccolato foglie, riccioli, rotolini.... (3)    castagne al cioccolato   .Chocolate_Mousse_ Chocolate_ fragole_Strawberries

 Decorazioni di cioccolato: foglie, riccioli, rotolini….
By Apostoloff – Self-photographed, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=9054189
By Dick Rochester – originally posted to Flickr as Another of Life’s Little Pleasures, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=10253388
Di AlejandroLinaresGarcia – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=33803814
By Quinn Dombrowski – originally posted to Flickr as White chocolate shreds, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=10252666
Rosa con avanzi di uovo di Pasqua

Rosa con gli avanzi di uovo di Pasqua

.

Ingredienti per 4 persone

200 gr. di farina 00, 200 gr. di zucchero, 200 gr. di burro morbido, 3 uova, 1 bustina di lievito per dolci, 50 gr. di cacao amaro, 100 gr. di cioccolato fondente a tocchetti (o avanzi di uova di Pasqua).

 Preparazione

In una terrina mescolare il burro con lo zucchero; unire la farina, il lievito, le uova, 1 pizzico di sale, i tocchetti di cioccolato ed impastare il tutto (se il composto risulterà troppo solido ammorbidirlo con un po’ di latte).

Versare in uno stampo di silicone a forma di rosa¹ ed infornare a forno già caldo a 200 gradi per 30 minuti.

¹Naturalmente il dolce sarà perfetto ugualmente se verrà usato uno stampo di qualsiasi altra forma e materiale, in in questo caso ungere l’interno con il burro e spolverizzare con la farina.

Vino

Prosecco Speriore di Valdobbiadene (Veneto), Albana di Romagna

L’uovo di Pasqua è un oggetto tradizionale, divenuto nel tempo uno dei simboli della stessa festività cristiana, assieme alla colomba. Nel cristianesimo simboleggia la risurrezione di Gesù dal sepolcro. La tradizione del classico uovo di cioccolato è recente, ma il dono di uova vere, decorate con qualsiasi tipo di disegni o dediche, è correlato alla festa pasquale sin dal Medioevo.
 Rosa con avanzi di uovo di Pasqua
Decorare le uova pasquali con fantasia, seconda parte.

Come decorare le uova pasquali con fantasia, seconda parte.

↑Cestini alimentari con uova sode decorate

07-03-2013 09;46;14.JPG

Uova Fabergé
Queste uova decorate con stoffe in lamè, fantasia e dorate in tinta unita ricordano le uova del gioielliere degli zar (leggi). Cordoncini dorati o verdi e perline completano le decorazioni. Per sorreggerle creare una base di spilli e perline.

07-03-2013 09;46;32.JPG

Uova marmorizzate
Uova in carta pressata, cartapesta, plastica, legno o stilizzate sono rivestite con ritagli di carta marmorizzata.

07-03-2013 09;46;23.JPG

Dipingere le uova
  • Forate con attenzione l’uovo, sopra e sotto.
  • Soffiate in una tazza il contenuto e risciacquate l’interno.
  • Lasciate l’uovo ad asciugare.
  • Prima di applicare i colori disegnate con la matita uno schizzo.
  • Quando il colore è asciutto passate una mano di vernice trasparente. Si possono usare anche i colori naturali. In un pentolino scaldate un po’ d’acqua in cui avrete messo qualche buccia di cipolla e un cucchiaino di aceto. Immergete i gusci nell’acqua bollente: prenderanno colore giallo, arancione, cannella e perfino rosso a seconda del colore delle bucce e del tempo in cui li lascerete immerse. Se desiderate un colore molto verde usate degli spinaci, per altre tinte vanno bene cavoli, sugo di barbabietola, tè, caffè.

Utilizzate le uova dipinte come segnaposto a tavola: Costruite dei cartoncini portauovo e scriveteci il nome degli invitati. Potete ritagliare anche le confezioni porta uovo.

Croatian Easter eggs, Lithuania, Russia, German

.

Piantine nelle uova
  • Inserite nell’uovo un batuffolo di cotone bagnato.
  • Seminate del crescione, frumento, erba medica…
  • Mettete l’uovo in un armadio.
  • Abbiate cura di tenere il batuffolo di cotone sempre inumidito.
  • Dopo qualche giorno i semi sono germogliati, togliete l’uovo dall’armadio e portatelo sul davanzale.
  • Se disegnate sull’uovo il naso, la bocca e la cravatta, le foglioline sembreranno i capelli.
E l’ uovo diventa una candelina
  • Inserite uno stoppino nell’uovo, fissandolo con del nastro adesivo.
  • Versate della cera fusa che non deve essere troppo calda.
  • Dopo aver svuotato e risciacquato bene l’uovo, chiudete il secondo foro con della cera.
  • Dipingete l’uovo.
Uova di cioccolato
  • Versate dentro del cioccolato liquido.
  • Quando si sarà solidificato, richiudete i fori. Rompete il guscio e troverete un uovo di cioccolato.
 Un uovo di gesso tutto da dipingere
  • Per ottenere una forma d’uovo versate del gesso.
  • Quando si è rappreso, rompete il guscio e decorate.

Creare donna  1997 

 Decorare le uova pasquali con fantasia, seconda parte.
 

Altre decorazionialberello uova pasqua

Galette des Rois au chocolat

Galette des Rois au chocolat, il dolce francese dell’Epifania

 Francia Cialda dei Re Magi

 Ingredienti e dosi per 4 persone

2 dischi di pasta sfoglia surgelata, 100 gr. di cioccolato fondente , 80 gr. di burro, 100 gr. di mandorle pelate e tritate , 80 gr. di zucchero, 1 uovo e 1 tuorlo.

 Preparazione

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria. In una ciotola lavorare il burro con lo zucchero e l’uovo.Incorporarvi il cioccolato e le mandorle. Adagiare un disco di pasta nella teglia foderata con carta forno. Versare il composto di cioccolato aggiungendo una fava o una mandorla. Coprire con il secondo disco di pasta. Sigillare i bordi con una forchetta. Spennellare la superficie con il tuorlo.
Con la punta di un coltello praticare, delicatamente, delle sottili venature a raggiera partendo dal centro. Cuocere in forno caldo a 200 gradi per 30 minuti.

Galette des Rois (5)    Galette des Rois (4)     Galette des Rois    Galette des Rois (6)

Servire tiepido accompagnato da Sidro dolce. In alternativa

Vino

Muscat de Frontignan (Langue doc Roussillon Francia), Albana di Romagna dolce, Malvasia (Puglia), Prosecco.

Questo è un dolce tradizionale francese che viene preparato e consumato nel periodo dell’Epifania: i Re sono i Re Magi. Durante la preparazione viene nascosta, nell’impasto, la “fève” (una fava come in origine) che potrà essere un piccolo oggetto più o meno prezioso.
Chi avrà la fetta di dolce con dentro la sorpresa, verrà incoronato e festeggiato “Re o Regina della Festa” e offrirà la torta successiva. Perciò, La torta sarà decorata e presentata con una corona di carta dorata.
Le Gâteau des Rois, par Jean-Baptiste Greuze, 1774 (musée Fabre).

//ierioggiincucina.myblog.it/media/01/02/15254571.jpg

  • Il king cake e’ un tipo di dolce tradizionalmente associato con la festivita’ della Befana in molti paesi europei:
  • in Francia, Belgio e’ chiamato Gâteau des Rois,
  • in Svizzera Corona dei Re,
  • in Spagna Roscón de Reyes,
  • in Messico Rosca de Reyes,
  • in Grecia Vasilopita
  • in Bulgaria Banitsa.
  • Negli Stati Uniti, invece, soprattutto a New Orleans e’ associato col Mardi Gras, Louisiana style King Cake
La Fête des Rois, de Jacob Jordaens, v. 1640-45 (Kunsthistorisches Museum, Vienne).

//ierioggiincucina.myblog.it/media/01/00/3108241140.jpg

Galette des Rois au chocolat
Fondant au chocolat noir avec noix de coco

Fondant au chocolat noir avec noix de coco

.

Ingredienti e dosi per 4 persone

300 gr. di cioccolato fondente, 250 gr. di burro, 250 gr. di zucchero, 5 uova, 2 cucchiai di cocco grattugiato, 2 cucchiai rasi di farina

Tempo di preparazione 15 minuti – Tempo di cottura: 30 minutii
Preparazione

In un tegamino far sciogliere il burro, a fuoco basso. In un altro tegamino far fondere il cioccolato. In una ciotola unire il cioccolato e il burro fusi. Aggiungere lo zucchero e mescolare dolcemente. A parte, sbattere i tuorli di uovo ed incorporare gli albumi montati a neve. Aggiungere la farina e mescolare.

Foundant au chocolat (9)Foundant au chocolat (5)Foundant au chocolat (7)Foundant au chocolat (2).

.

.

.

Mescolare delicatamente, dal basso verso l’alto per incorporare aria. dal basso verso l’alto, fino a formare una crema gonfia e consistente.

Foundant au chocolat Foundant au chocolat (6)Foundant au chocolat (3) Foundant au chocolat (8).

.

.

.

 Ungere con burro una teglia da 24 cm di diametro e versarvi la crema. Cuocere in forno già caldo a 160–180 gradi circa per 30 minuti. Sfornare e spolverare con il cocco grattugiato. Questa torta sarà golosissima anche servita tiepida: l’esterno sarà leggermente croccante ed il cuore cremoso.

Vino

La Clairette de Die serait un excellent choix. Est un vin effervescent d’appellation d’origine contrôlée du vignoble de la vallée du Rhône et plus exactement de la vallée de la Drôme.

Fondant au chocolat noir avec noix de coco
Bavarese tre cioccolati

Bavarese ai tre cioccolati

Ringrazio gattino2 e patty61to che hanno voluto testare la ricetta: le foto sono loro, perchè le mie le ho perse
 Ingredienti per 4 persone

250 gr di latte, 25 gr. di zucchero, 3 tuorli, 12 gr. di colla di pesce, tagliata sottile.
Scaldare a fiamma bassa:50 gr. di cioccolato fondente, 50 gr di cioccolato al latte, 50 gr di cioccolato bianco, 300 gr di panna, mezza arancia, mezza stecca di vaniglia, ribes rosso zuccherato per decorare.

Preparazione
  1.  Mettere i fogli di colla di pesce in una ciotola e coprirli con acqua fredda. Lasciarli a bagno per 10 -15′ finchè saranno morbidi. Scolarli e strizzarli.
  2. Versare il latte in un tegame, aggiungere la vaniglia e la buccia d’arancia tagliata sottile. Scaldare a fiamma bassa.
  3. In una ciotola montare i tuorli con lo zucchero e poi diluirli con il latte molto tiepido mescolando velocemente.
  4. Porre sul fuoco e, sempre mescolando, scaldare il composto (non deve raggiungere il bollore altrimenti “impazzisce”).
  5. Togliere dal fuoco ed incorporare la colla di pesce strizzata. Mescolare finchè la colla di pesce sia sciolta.

Dividere il tutto in tre parti uguali e versare in tre recipienti diversi. In ogni recipiente mettere un tipo di cioccolato e fonderlo a fuoco basso. Montare la panna e dividerla in tre parti aggiungendola alla crema.

bavarese (4)bavarese (2)bavarese (3).

.

.

 

  1. In uno stampo da bavarese (con il fondo estraibile)versare una crema e lasciare riposare per 10 minuti in freezer.
  2. Scaldare la seconda crema e aggiungere la panna montata.Togliere lo stampo dal freezer, versarvi la seconda cremae porre di nuovo in freezer per 10 minuti.
  3. Riscaldare la terza crema, aggiungere la panna montata e versarla nello stampo. Riporre in frigo per 12 ore.
  4. Togliere lo stampo dal frigo, immerge il fondo per pochi secondi in acqua tiepida e sformare la bavarese su un piatto di portata.

Decorare con il ribes rosso zuccherato o con altre decorazioni relative al Natale.

Vino

vapjazz consiglia:
L’assoluta preponderanza del dolce data dallo zucchero e dai grassi presenti nei dolci non lascia spazio a dubbi: vanno abbinati vini dolci; un abbinamento per contrasto richiederebbe vini talmente alcolici che è meglio lasciare stare. Passiamo ora in rassegna i vari tipi di dolci:

  • con quelli al cucchiaio come semifreddi, mousse e bavaresi servono vini mediamente dolci ma alcolici, come Malvasia, Moscato o vini passiti.
  • Per i dolci a pasta lievitata come panettone, colomba, pandoro e simili vanno bene spumanti metodo classico tendenzialmente dolci come l’Asti.
  • Con le torte a base di frutta è bene accostare dei bianchi amabili e delicati, mentre per i dolci con confettura gli abbinamenti sono difficili: direi di bere della malvasia, magari vinificata in rosso se la confettura è di frutti rossi (amarene, fragole,…).
  • Alle torte cremose, come la charlotte e la millefoglie, si abbinano vini mediamente dolci ma di buon tenore alcolico come il Recioto e il Muscat.
  • I dolci al cioccolato sono i più difficili da abbinare al vino: ci si deve rivolgere a vini molto alcolici, soprattutto quelli addizionati di acquavite, come il Marsala, il Porto e lo Sherry. Eventualmente si possono bere con questi dolci dei distillati ben invecchiati come alcuni Rum, Brandy, Cognac, Armagnac o anche il Grand Marnier.
  • Con i gelati e i sorbetti, che si gustano freddi, è meglio non accostare vino, perché le basse temperature tendono a distruggere i sapori.
bavarese (5)Foto di patty61to Bavarese tre cioccolati
Zuppa Inglese Petronilla

“Zuppa Inglese” alla maniera di Petronilla

.
Un piatto dolce, e che sia squisito, e degno di un pranzo; e per nulla complicato; e di riuscita sempre sicura; e quindi adatto per cuoche ancora inesperte? Questo volete? Ecco, allora, la ricetta che fa per voi; la ricetta cioè, e con le dosi per 6 persone, di quel dolce prelibato che ha il nome (chissà perchè) di “zuppa inglese”.
Per fare il dolce piatto, comperate 2 etti di biscotti savoiardi (o di Novara) o, meglio ancora, di pan di Spagna (questo tagliatelo in fette grosse 172 centimetro all’incirca). In una casseruola sbattete 4 torli con 3 cucchiai colmi di zucchero; aggiungete, a poco a poco e sempre mescolando, prima 40 gr. di farina bianca e poscia 1/2 litro di latte. Ponete la casseruola al fuoco, non smettete mai di rimescolare, e quando la crema, addensandosi, sarà lì lì per levare il bollore, togliete la casseruola dal fuoco, e lasciate raffreddare.
Sbattendoli con la forchetta (se non possedete l’istrumento adatto) montate a neve, ben sodi, i 4 albumi; e a poco a poco, e adagio adagio, e sempre mescolando, unite, infine, gr. 180 di zucchero. Bagnate metà delle fette di pan di Spagna (o metà biscotti savoiardi) con liquore rosso (Alkermes) e l’altra metà con liquore bianco (Kummel); ma con liquori fatti all’economica, e ad uso cucina, con gli estratti che vendono i droghieri.
.
crema pasticcierazuppa inglese72zuppa inglese2.
.
.
.
.
.
.
.

Nel caso non voleste saperne, in fatto di liquori, di certer sagge economie, e che non voleste…sperperare liquori autentici e sopraffini, bagnate metà fette con vino di Rodi o di Marsala, e l’altra metà con liquore di marca e possibilmente bianco. Scegliete, in credenza, un piatto di porcellana che già conosca il lieve calore del forno tiepido; versatevi metà della crema; coprite questa con le fette (o con i biscotti) bagnate di Alkermes (o di Marsala); su queste distribuite l’altra metà della crema; su questa, le restanti fette di pan di Spagna (o i restanti savoiardi); su tutto il monticello che avrete così innalzato, versate tutti gli albumi montati a neve e inzuccherati; e date infine una generale e abbondante inzuccherata superficiale.

Mettete il piatto in forno tiepido, per 10-15 minuti, affinchè gli albumi possano un po’ rapprendersi, o – qualora non possediate forno – fabbricate la zuppa, anzichè su di un piatto, in una insalatiera fonda; coprite questa con un grande coperchio; e mettete sul coperchio cenere molto calda ed anche qualche bragia.

***

Sia così che cosà, il piatto – anche per quegli albumi un po’ induriti – sarà di certo splendidamente riiuscito; e presentandolo sul finir del pranzo, il vostro successo di perfette cuoche sarà certamente e completamente assicurato.

Petronilla, chi era?Ricette della Petronilla libri

  • PETRONILLA: svolse un ruolo importante negli anni delle ristrettezze economiche dovute alla guerra. Di fronte alla drastica riduzione dei beni alimentari disponibili, proponeva i suoi suggerimenti «sul modo di sbarcare il lunario mangereccio, consumando poco grasso, poco riso, poca pasta, poca farina e poco zucchero; spendendo pochetto ma….nutrendo bastevolmente»
Zuppa Inglese Petronilla
Tronchetto o ceppo di Natale

Bûche de Noël – Tronchetto o ceppo di Natale (arrotolato e senza forno)

 .

 Ingredienti e dosi per 8 persone

1 kg. di purea di marroni (anche in scatola), 300 gr. di cioccolato, 200 gr. di zucchero a velo, 200 gr. di burro, glassa al cioccolato¹.

Preparazione

Rompete il cioccolato a pezzi e fatelo sciogliere in una casseruola dal fondo pesante. Incorporate 150 gr. di zucchero, il burro rammollito e la purea di marroni.

Lavorate il composto fino a renderlo omogeneo con un cucchiaio di legno e su fuoco moderato. Versatelo su di un foglio di alluminio, arrotolatelo a forma di tronco mettetelo ad indurire nel freezer. Disponetelo poi sul piatto di portata.

Coprite con la glassa lisciando la superficie usando la lama di un coltello, che immergerete prima in acqua calda. Cercate di imitare la scorza del tronco grattandolo con la punta della forchetta. Spolverizzate con lo zucchero a velo per imitare la neve.
 

La Buona Tavola 1982

¹La glassa al cioccolatio
 Usate il cioccolato che più gradite (fondente, bianco ecc.). Sciogliete il cioccolato a bagnomaria: dopo aver messo il pentolino con l’ acqua sul fornello, ponete al suo interno il pentolino vuoto, nel quale verserete un bicchiere di acqua e il cioccolato a pezzetti, mescolando il tutto con un cucchiaio di legno.
È importante che il composto venga cotto a fiamma lenta. Mano a mano che la cioccolata inizia a sciogliersi e ad amalgamarsi con l’acqua, aggiungere poco alla volta altri pezzetti di cioccolato, sempre continuando a mescolare. Dopo aver terminato di aggiungere tutti i pezzi di cioccolato, versare il burro, sempre tagliato a pezzetti. Continuate a mescolare fino a quando il composto sarà divenuto liscio e lucido. Se la glassa, nel cuocersi, inizia a seccarsi, è possibile aggiungere ancora un po’ di acqua, senza esagerare però: se si mette troppa acqua nel composto si rischia che venga troppo liquido e che nel metterlo su una torta, coli da ogni lato. Appena inizia a bollire, togliere il cioccolato dal fuoco, per evitare che indurisca. Prima di metterla a raffreddare, aggiungete sulla superficie della glassa delle sottili sfoglie di burro, al fine di evitare la formazione della classica patina da raffreddamento. Evitare di porre la glassa in frigo, perché si potrebbe correre il rischio che rassodi troppo e che sia poi impossibile utilizzarla. Una volta che si è raffreddata bene, è possibile procedere con le decorazioni. Per avere un ottimo risultato, è consigliabile iniziare a versare il cioccolato al centro del dolce, poco alla volta, e stenderlo sino ai bordi con un coltello abbastanza grande, liscio e inumidito.
Tronchetto o ceppo di Natale
Vino

Moscato, Malvasia

Leggi anche
Bûche de Noël facile (2014-12-23).jpg
Par Mathieu MD — Travail personnel, CC BY-SA 3.0,
Par Jebulon — Travail personnel, CC0,
Torta fragole panna

Torta di fragole e panna

.

 Ingredienti per 4 persone

1 rotolo di pasta sfoglia

per la farcitura:
fragole, 3 tuorli, 80 gr. di zucchero, 5 fogli di colla di pesce, mezzo litro di panna, cioccolato grattugiato q. b., latte q.b.

 Preparazione

Stendere la pasta sfoglia e foderare con essa uno stampo. Cuocere in forno a 180-200 gradi.

Preparare la farcitura:
mescolare lo zucchero con i tuorli e un po’ di latte. Far bollire e aggiungere la colla di pesce. Montare la panna ed unire, delicatamente, le fragole a pezzetti.. Riempire, con questo composto, la torta e guarnire con cioccolato grattugiato, panna a fiocchetti e fragole.

Tempo: 45′ Calorie: 700

Torta fragole panna la Buona Tavola 1967

.

Erdbeeren-WJP-1.jpg

Varietà di fragole

Oltre alle fragole selvatiche esistono numerosissime varietà di fragole coltivate , a cui ogni anno se ne aggiungono di nuove , alcuni esempi :

  • “Belrubi”, di forma allungata
  • “Pocahontas”, di forma rotonda
  • “Gorella”, a forma di cuore
  • “Carezza”, a forma conica regolare, di grandi dimensioni
  • “Alba”, forma conica allungata, lucida, ottima produzione, maturazione precoce
  • “Roxana”, colore rosso intenso, ottima produzione, maturazione medio tardiva
  • “Arosa”, fragola rustica, forma rotondeggiante, resistente al tatto, media produzione
  • “Darselect”, colore rosso intenso, di grandi dimensioni, dal sapore molto dolce e un aroma da vera fragola.
  • ” Sabrosa”, varietà nata in Spagna da incroci naturali. È adatta al clima Mediterraneo. Il frutto ha forma conica allungata e di colore rosso brillante. È una fragola aromatica e molto zuccherina. Il sapore e l’aroma sono intensi. Dolcezza e acidità sono ben bilanciate. Il periodo della raccolta è da gennaio a giugno.
  • Fragolina di bosco
  • Falsa fragola

 

Di Walter J. Pilsak, Waldsassen – German Wikipedia, CC BY-SA 3.0,