Confezionare i regali San Valentino: LEI e LUI

Confezionare i regali per San Valentino: per LEI e per LUI

↑Nella foto sopra, tutto è giocato sui toni del bianco e del rosso, ma con un pizzico di nero.

↓Nelle foto sotto, i regali sono avvolti in fascinosi foulard (Furoshiki).

Furoshiki  

Come confezionare regali con foulard (5)Come confezionare regali con foulard

 

 

 

 

.

Come confezionare regali con foulard-regali-

Proposte originali per San Valentino.

Confezionare i regali per LEI

LEI gradirà un regalo avvolto in carta delicatamente fiorita. Rose e fiori antichi infiocchettati da nastri e organza.

Clicca sulle immagini per vederle ingrandite

06-12-2012_16_26_12.JPG
06-12-2012_16_26_22.JPG
06-12-2012_16_26_44.JPG
06-12-2012_16_25_46.JPG
13-02-2013_11_02_31.JPG
20-07-2009_13_26_25.JPG
esa_-_Copia.JPG
f117.JPG
Confezionare i regali per LUI

 Per LUI sono più indicate incarti a tinta unita con materiali ricercati come la carta pergamena o la carta di riso. I fiocchi saranno a colori vivavi ed in contrasto ma tutti rigorosamente di raso.

Come confezionare le bottiglieCome confezionare le bottiglieCome confezionare le bottiglie

 .

 

07-03-2013_09_45_38.JPG
07-03-2013_09_45_49.JPG
07-03-2013_09_45_58.JPG
07-03-2013_15_51_06.JPG
cilindro.JPG
20-07-2009_13_44_51_-_Copia.JPG
3781.JPG
tulipano0.JPG
La festa di San Valentino ricorre annualmente il 14 febbraio ed oggi è conosciuta e festeggiata in tutto il mondo. Tale tradizione fu diffusa dai benedettini, primi custodi della basilica dedicata al Santo in Terni, attraverso i loro monasteri prima in Italia e quindi in Francia ed in Inghilterra Molte tradizioni legate al santo sono riscontrabili nei paesi in cui egli è venerato come patrono. Sono molte le leggende entrate a far parte della cultura popolare, su episodi riguardanti la vita di san Valentino:
  • Una di esse narra che Valentino, graziato ed “affidato” ad una nobile famiglia, compì il miracolo di ridare la vista alla figlia cieca del suo “carceriere”: Valentino, quando stava per essere decapitato, teneramente legato alla giovane, la salutò con un messaggio d’addio che si chiudeva con le parole: «…dal tuo Valentino…».
  • Un’altra, di origine statunitense, narra come un giorno il vescovo, passeggiando, vide due giovani che stavano litigando ed andò loro incontro porgendo una rosa e invitandoli a tenerla unita nelle loro mani: i giovani si allontanarono riconciliati. Un’altra versione di questa storia narra che il santo sia riuscito ad ispirare amore ai due giovani facendo volare intorno a loro numerose coppie di piccioni che si scambiavano dolci gesti d’affetto; da questo episodio si crede possa derivare anche la diffusione dell’espressione piccioncini.
  • Secondo un altro racconto, Valentino, già vescovo di Terni, unì in matrimonio la giovane cristiana Serapia e il centurione romano Sabino: l’unione era ostacolata dai genitori di lei ma, vinta la resistenza di questi, si scoprì che la giovane era gravemente malata. Il centurione chiamò Valentino al capezzale della giovane morente e gli chiese di non essere mai più separato dall’amata: il santo vescovo lo battezzò e quindi lo unì in matrimonio a Serapia, dopo di che morirono entrambi.
“A (136)” di Aysha butti – Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons
Confezionare i regali San Valentino: LEI e LUI
Confezionare regali: Fiocchi Nastri

Come confezionare i regali: Fiocchi e Nastri

.
 Un regalo originale
  • Un foglio di carta colorata, tanti nastri variopinti, un po’ di pazienza e la scatola per magia si trasforma in un fantasioso e originale regalo.
  • Biscotti, dolcetti, una torta, un liquore o uno sciroppo preparati da noi, si trasformeranno in un regalo delizioso se saranno, anche, impacchettati da noi e guarniti da un bel fiocco.
Clicca sull’immagine per vederla ingrandita
regali,fiocchi,nastri,alla francese,semplice,doppio,impacchettare,presentare
20-07-2009_23_40_04.JPG
nastro0.JPG
20-07-2009_23_40_04_-_Copia.JPG
fiocco02.JPG
f117.JPG
fiocco2.JPG
13-02-2013_11_01_54.JPG
 13-02-2013_11_02_31.JPG

07-03-2013_09_45_38.JPG

13-02-2013_11_02_08.JPG
Confezionare regali: Fiocchi Nastri
regali -Wraxall_2011_MMB_62_Christmas
Per dono (detto anche regalo o presente o strenna) si intende il passaggio di proprietà di un bene da un soggetto ad un altro senza una compensazione diretta che deriverebbe dallo scambio commerciale con un altro bene o servizio dotato di valore economicamente valutabile, anche se il dono stesso può comportare un’aspettativa di reciprocità, o un ritorno in termini di prestigio o simili. In molte società umane, il gesto di scambiarsi doni a vicenda contribuisce alla coesione sociale. Per estensione, il termine “dono” si può riferire a qualunque cosa fatta liberamente e spontaneamente, atta a rendere l’altro più felice o meno triste, come ad esempio un favore, un atto di perdono o di gentilezza. wikip
1 Portatovagliolo bacche

1. Portatovaglioli fai-da-te: Il portatovagliolo di bacche

,

Occorrente

Qualche rametto di betulla; del filo metallico verde; delle bacche rosse; alcune foglie e 2 o 3 boccioli di eucalipto.

Preparazione

 

  1. Ripiegare i rametti: Curvate i rami a formare un cerchio della dimensione adatta allo spessore del tovagliolo. Legate con filo metallico i rametti in modo ben saldo
  2. Il collaudo dell’anello. Aggiungete un altro giro di rametti, unendolo al primo con filo metallico. Controllate che i rametti siano ben fissati.
  3. Sistemare le bacche. Adesso fissate bacche e foglie con filo metallico, quindi con lo stesso legatele all’anello per 12 cm. a formare un grappolo.
  4. Riempire gli spazi. Infine, sempre con filo metallico, fissate 2 o 3 boccioli di eucalipto in modo da riempire gli spazi. Assicuratevi che siano ben saldi e distribuiti uniformemente.

Bacche.JPG

   La prudenza non è mai troppa: evitare di usare materiale velenoso, come per esempio il glicine, l’alloro giapponese o l’oleandro, nelle composiziioni floreali da porre in tavola, specialmente se tra gli ospiti ci sono bambini. Tra le bacche scegliete ribes rossi o neri, mirtilli, uva spina, lamponi o fragoline.
secorazioni,albero di natale,pigna,fiocco,ghirlanda,globi,bacche,rosso,oro

 

 da Idee creative 1982   


 

Il Portatovagliolo

 

  • a anello, è il portatovagliolo tradizionale, consiste in un anello di materiale robusto: metallo, legno o plastica, che contiene, arrotolato un solo tovagliolo di tessuto. Nel coperto viene posato a destra del piatto. Serviva per motivi igienici a distinguere i tovaglioli, in modo che non fossero scambiati tra i commensali, e sulla tavola di tutti i giorni, a ritrovare il proprio quando i tovaglioli non venivano cambiati ad ogni pasto, in questo caso avevano un diverso disegno o il nome per riconoscerlo.
  • per tovaglioli di carta, di forme e materiali vari contiene un mazzo di tovaglioli di carta. Di due tipi: formato da due pareti contiene i fogli in posizione verticale o costruito a scatola contiene i fogli impilati. Posto al centro della tavola quando non si posizionano i tovaglioli col coperto e nelle occasioni informali.
  • dispenser, contenitore a forma di scatola che fa uscire un solo tovagliolo di carta per volta. Usato nella grande ristorazione, come mense, bar e fast food.

1 Portatovagliolo bacche Idee creative 1982