Le Patate come contorno

Le Patate come contorno

 Various Types of potatoes for sale

.

La scelta del contorno per accompagnare correttamente una pietanza può sembrare una cosa facile; in generale si affida questo compito ad una verdura di stagione, senza troppo riflettere su quale debba essere questa verdura. Eppure il felice accostamento della pietanza, carne o pesce che sia con il suo contorno, ha la sua importanza, perchè solo con la perfetta fusione dei due elementi si può raggiungere un buon risultato. In linea di massima le verdure sonodi molte pietanze e il contorno più apprezzato sono le patate, essendo sempre sul mercato ed essendo utilizzabile in molti modi.

  • Con il roast-beef e l’arrosto (àrista, vitello, agnello, pollo) le patate arrosto rappresentano un contorno perfetto, soprattutto se le patate sono novelle. Si devono preparare a spicchi, tagliati dalla parte della lunghezza in una patata di misura media. Oppure a dadini, o le piccole patate novelle vanno lasciate intere. Se avete ospiti è bene servire con le patate anche un altro contorno di verdure: piselli, spinaci, carciofi, finocchi.
  • Con i bolliti si servono, in genere, le verdure (patate, carote, cipolle) che sono state cotte con la carne nel brodo; per arricchire il bollito, si lessano a parte una certa quantità delle stesse verdure. Le verdure per il bollito si servono caldissime in una insalatiera e vengono condite nel piatto del commensale con olio e aceto, o con olio e limone, o solo con olio. Si può aggiungere anche una manciata di prezzemolo tritato. Presentate anche un assortimento di salse (Ketchup, Rubra, Worcester), Mostarda di Cremona (con frutti canditi), Senape.
  • Le patate lessate e il prezzemolo fresco sono il contorno per pesci da taglio e pesce lessato

Kartoffelsalat, Insalata di patate con Crème fraîchePatate novelle al rosmarinoPatate alla contadinaPatate ripiene al forno

 

 

 

 

Patate come contorno

Patatine fritte Pont-NeufIl purè di patate, un contorno gustoso per carne e pesceStufê ad patêt, Stufato di patate alla romagnolaIl pane di San Martino o pan di patate

 

 

 

Le Patate come contorno
fir0002 | flagstaffotos.com.au [GFDL 1.2 (http://www.gnu.org/licenses/old-licenses/fdl-1.2.html)], attraverso Wikimedia Commons
Patatine fritte Pont-Neuf

Patatine fritte Pont-Neuf

Pont-Neuf è il nome di un ponte parigino sulla Senna
Il Pont Neuf (italianizzato Ponte Nuovo) è, nonostante il nome, il ponte più antico tuttora esistente a Parigi. Attraversa la Senna in corrispondenza della punta ovest dell’Île de la Cité. Costituito da diverse arcate in pietra, nel 1889 è stato classificato monumento storico della Francia, e nel 1991 l’UNESCO lo ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità. Differisce per tanti motivi dagli altri ponti parigini: innanzi tutto è stato il primo ponte ad attraversare la Senna in tutta la sua larghezza, collegando la riva destra, quella sinistra e l’estremità occidentale dell’Île de la Cité; poi è stato il primo a disporre di marciapiedi (i primi di Parigi) e di balcons a semicerchio. È anche il primo ponte di Parigi su cui non compaiono costruzioni. Infine, lungo le sue arcate troviamo scolpiti ben 385 mascarons (mascheroni grotteschi), tutti dello scultore Germain Pilon. […]
.
Le Pont-Neuf è un dipinto a olio su tela realizzato nel 1872 da P. A. Renoir. È conservato nella National Gallery di Washington. Il quadro mostra il Pont-Neuf di Parigi nell’abbagliante sole di una mattinata di inizio estate. […]
Ricordo anche The Pont Neuf, Claude Monetl1871 – Pont neuf, E. Cortes1871 – Johan Barthold Jongkind, Barca-lavatoio vicino al Pont Neuf, 1850 – Camille Pissarro, Pont Neuf, pomeriggio, 1901 – Camille Pissarro, Pont Neuf, 1902 – Henri Cartier-Bresson, Pont Neuf, 1953.
.

Patatine fritte Pont-Neuf

Le patatine prendono il nome di “Ponte Nuovo” perché venivano vendute, durante la Rivoluzione così preparate, sotto o vicino al famoso ponte parigino, che è uno dei più antichi di Parigi […]

Ingredienti e dosi per 4 persone
800 gr. di patate, quantità abbondante di olio (per fritture meglio se di semi) secondo il recipiente di cottura, sale.
Tempo di preparazione: 8-10 minuti – Tempo di cottura: 10 minuti circa
Attrezzatura: coltellino, 2 panni da cucina, tagliere, padella da frittura (possibilmente di ferro) o casseruola grande, cestello per friggere o schiumarola, forchetta, piatto, carta da cucina assorbente.
Preparazione
.
Sbucciate le patate, lavatele e asciugatele con un panno da cucina. Tagliatele prima a fette dello spessore di 1 cm. circa, quindi a bastoncini di 1 cm. circa di larghezza, oppure usate l’apposito attrezzo. Avvolgete i bastoncini di patate in un secondo panno da cucina per asciugarli perfettamente.
Intanto nella padella per fritti o nella casseruola, fate scaldare almeno 3 dita d’olio. Quando l’olio fuma, immergetevi i bastoncini di patate, mettendoli nel cestello per friggere, se l’avete.
.
  1024px-Various_types_of_potatoes_for_sale.patatinepatatine (3)
.
.
.
.
.
.
.Riducete la fiamma, in modo che l’olio formi solo piccole bollicine intorno alle patate, e cuocete per 5 minuti o finchè i bastoncini sono teneri: ve ne accorgerete scolandone uno con la schiumarola o la forchetta, passandolo in un piatto e premendolo con un dito o rompendolo con la forchetta. Sgocciolate le patate col cestello da frittura o con la schiumarola. Aumentate la fiamma sotto l’olio. Quando questo riprende a fumare, tornate a immergervi le patate e cuocetele per 3 minuti o finchè sono ben dorate. Sgocciolatele di nuovo e passatele per un momento su un panno o carta da cucina, per eliminare l’eccesso di unto. Appena pronte cospargetele leggermente di sale e servite subito in tavola.
 Il grande libro della cucina di oggi – Selezione dal Reader’s Digest, 1982.

.

Le patate possono essere fritte in vari tipi di olio: dall’olio di semi vari, di arachidi, di soja, di mais, di cocco, o anche d’oliva, purchè del tipo quasi insaporo. Le vecchie ricette prescrivono lo strutto di maiale che, solitamente, insieme all’olio di arachidi dà i migliori risultati. Oggi esistono le friggitrici elettriche, che danno ottimi risultati: è sufficiente attenersi alle istruzioni.

Per capire quando l’olio è pronto immergetevi la punta di uno stuzzicadente se si formano attorno tante bollicine potete immergere le patate.
Leggi anche

chips (2)