Decorazioni con il patchwork su polistirolo: campana, cuore...

Decorazioni con il patchwork su polistirolo: campana, cuore…

.

 Il segreto del patchwork su polistirolo sta nel comporre variopinti ritagli di stoffa non cucendoli tra loro, ma inserendoli in fessure create su formine di polistirolo. Chiunque può creare innumerevoli decorazioni e composizioni, rivestendo gli oggetti in polistirolo variando solamente l’abbinamento dei tessuti.

Strumenti e materiali

per realizzare le creazioni in patchwork sono necessari:

  • cutter 
  • carta velina
  • carta da scena
  • riga o squadra
  • matita morbida
  • pennarelli
  • spilli
  • scolorina
  • colla vinilica
  • spray impermeabilizzante
  • forbici di diverse dimensioni
  • attrezzi per manicure 

patchwork - Copiapatchworkpatchwork (2)..

.

.

.

Le stoffe Normalmente bastano ritagli di stoffa (cm. 10×15), tagliati preferibilmente utilizzando un cutter con lama rotante. Non esagerate nell’abbinamento delle stoffe: non più di 3 o 4. Usate la stoffa “sbieca” per farla girare nelle formine rotonde. Le stoffe usate si trovano in fantasie minute, di tipo americano, con soggetti natalizi, floreali, scozzesi, caountry. Per decorare e rifinire gli oggetti si inseriscono dei cordoncini o delle perline fissate con colla o spilli. Con i nastri si preparano delle asole per appendere gli oggetti. Per tagliare il polistirolo esistono speciali seghetti lettrici, ma anche un taglierino ben affilato funziona bene.

Forme in polistirolo

Una forma sferica non è solo una pallina da rivestire con tante stoffe colorate e da attaccare all’albero, può diventare una mela, una coccinella, un fungo. Nelle mercerie e nei negozi di bricolage a Natale si acquistano:

  • Cerchi per ghirlandine patchwork (3)
  • Palle in varie dimensioni
  • Stelle
  • Campane
  • Babbi Natale
  • Formine per realizzare angeli e figure del presepio.

 Palla per l’albero di Natale

  • Su una palla di polistirolo disegnate quattro spicchi.patchwork (4)
  • Suddividili ulteriormente in altri spicchi.
  • Seguendo le tracce incidi il polistirolo con il taglierino ad una profondità di mezzo cm. circa.
  • Aiutandoti con il taglierino (lama rovesciata) inserisci la stoffa nell’incisione. Elimina la tela eccedente tagliandola con le forbici. Ricopri lo spicchio ed infila la tela nel secondo taglio.
  • Infila definitivamente la stoffa e procedi con il secondo pezzo di stoffa inserendolo nello stesso solco del primo.
  • Ricopri ogni spicchio con la soffa.
  • Arricchite ogni palla con passamaneria, perline, ecc. e non dimenticate di inserire un’asola di nastro per appenderla all’abete.

Clicca sulle immagini per vederle ingrandite

Decorazioni patchwork Pendenti e stelle

Il patchwork (tradotto indica “lavoro con le pezze”) è un manufatto che consiste nell’unione, tramite cucitura, di diverse parti di tessuto, generalmente ma non esclusivamente di cotone, al fine di ottenere un oggetto per la persona o la casa, con motivi geometrici o meno. È una tecnica molto usata per realizzare dei quilt, che sono trapunte il cui top (parte superiore) è composto dal manufatto patchwork, un mollettone (imbottitura in cotone o sintetico) e da un telo inferiore (backing) di solito in mussolina e una chiusura fatta con lo sbieco (binding), che serve per chiudere e decorare i bordi del quilt. Il quilt viene infine decorato con delle “impunture” chiamato quilting, che poi dà il nome al manufatto finale.. Le tradizionali tipologie di patchwork che riguardano questi tipi di manufatti sono: […]
Decorazioni patchwork Pendenti e stelle

Decorazioni con il patchwork su polistirolo: Pendenti e stelle

Il segreto del patchwork su polistirolo sta nel comporre variopinti ritagli di stoffa non cucendoli tra loro, ma inserendoli in fessure create su formine di polistirolo. Chiunque può creare innumerevoli decorazioni e composizioni, rivestendo gli oggetti in polistirolo variando solamente l’abbinamento dei tessuti.

295485369.2.JPG

10-12-2012 09;51;40.JPG

 

 

10-12-2012 09;51;40 - Copia.JPG

 I pendenti
per l’albero di natale sono decorati con stoffa dorata e cotone a piccoli disegni, impreziositi con perline infilate iuno spillo.Un’asola di filo dorato sulla punta permette di appenderli all’albero.

Le Stelle
Realizzare un albero di Natale originale, luccicante e personalizzato preparate con le formine in polistirolo tante stelle in misure w atoffe diverse.
Accentuate gli stacchi di colore delle stoffe con natrini dorati ben tesi e fissati con gli spilli. Non dimenticate l’asola per poterle appendere

10-12-2012 09;51;55.JPG

 

 

 

 

 

9788844011062.jpg

 

 Clicca sulle immagini per vederle ingrandite

HPIM0599.JPG

 Decorazioni patchwork Pendenti e stelle

Il patchwork (tradotto indica “lavoro con le pezze”) è un manufatto che consiste nell’unione, tramite cucitura, di diverse parti di tessuto, generalmente ma non esclusivamente di cotone, al fine di ottenere un oggetto per la persona o la casa, con motivi geometrici o meno.

È una tecnica molto usata per realizzare dei quilt, che sono trapunte il cui top (parte superiore) è composto dal manufatto patchwork, un mollettone (imbottitura in cotone o sintetico) e da un telo inferiore (backing) di solito in mussola e una chiusura fatta con lo sbieco (binding), che serve per chiudere e decorare i bordi del quilt. Il quilt viene infine decorato con delle “impunture” chiamato quilting, che poi dà il nome al manufatto finale.

Le tradizionali tipologie di patchwork che riguardano questi tipi di manufatti sono:

  • geometrici, esistono migliaia di schemi di questo genere ogni blocco ha un suo nome e una sua storia particolare;
  • applique e baltimora, sono due tecniche simili che però indicano due tipologie di manufatto differenti; il primo viene utilizzato per indicare tutti i manufatti con stoffe sovrapposte che formano dei disegni particolari il secondo indica una serie di schemi in appliqué tradizionali che prendono il nome proprio dalla città (tipicamente cestini o cornucopie che traboccano di frutta e fiori) nella quale sono stati per la prima volta disegnati. I quilt realizzati con questa tecnica vengono chiamati baltimora’s quilt. In entrambi i casi ogni disegno è composto da più pezzi piccoli di stoffa che vengono applicati sul blocco e che insieme concorrono alla realizzazione del motivo finale;
  • hawaiani è la tecnica inversa dell’appliqué; in questo genere di manufatti si hanno due o più teli della stessa dimensione e il telo superiore viene ritagliato per la realizzazione dei tipici decori hawaiani per poi essere fissato a sottopunto sul telo inferiore. La differenza con l’appliqué è solo nel procedimento;
  • molas tipica degli indiani delle isole dell’arcipelago San Blas (Panama) che vengono eseguiti sovrapponendo più stoffe di colori sgargianti una sull’altra e tagliando pezzo per pezzo per creare un bassorilievo; ogni volta che si fa un taglio si decide a quale colore di stoffa fernarsi e si fissa il tutto a sottopunto.

Nel tempo la tecnica del patchwork come tecnica di costruzione di un top, si è evoluta sia per diffusione nei vari paesi del mondo (grande successo ha avuto anche in Giappone che ha sviluppato una nuova tecnica di confezione di oggetti e quilt che si chiama folded patchwork) e ha ampliato la gamma di prodotti che vengono confezionati e quindi si producono borse, camicie, oggetti per la casa (americanine, portapane, tende) e anche capi d’abbigliamento. Wikipedia