Pesche al limone alla maniera di Petronilla

petronilla,pesche,limone,insalatiera,zucchero

.

Stamattina, all’angolo della via, era fermo un carretto colmo di pesche; di pesche… non prelibate, anzi di quelle che si chiamano… pesche di scarto! Ebbene; tanto poco costavano, che mi sono affrettata a comperarne un chilo! – “Per farne che? (mi chiederete); per darle forse ai figlioli? Ma Petronilla… diventeresti matta? Non sai, dunque, che la frutta di scarto non è per i ragazzi?” Ebbene, sì, proprio per i figlioli io ho invece fatto l’acquisto. Ma quando, però, vi avrò ben spiegato quale piattino io abbia fatto con quelle brutte pesche, sono certa che, anche voi, vorrete subito imitarmi.

* * *

Dunque, appena a casa, ho lavate le pesche sotto al rubinetto; le ho messe in una casseruola; le ho coperte appena appena d’acqua; le ho fatte bollire per 15 minuti; e le ho lasciate infine raffreddare. Le ho poi aperte ad una ad una mentre tenevo le mani sopra ad una zuppiera fonda, perché una sola goccia di sugo non potesse così sfuggire; ho tolto i noccioli e la pelle; a pezzi le ho disposte dentro alla fonda zuppiera; ho addolcito con 4 cucchiai di zucchero; ho unito il sugo di 3 limoni e, senza nemmeno darmi la briga di mescolare, ho coperto con un piatto il recipiente ed ho lasciate le mie pesche, per tutta la giornata, tranquillamente a riposare.

All’ora fatidica del pranzo, la zuppiera era già ricolma di sugo, di un sugo così dolce e profumato che tutta la famiglia, e specialmente i ragazzi, furono proprio entusiasti del mio piatto.

* * *

Quando anche voi avrete preparato questo dolce di frutta economico, squisito e che non richiede, per essere fatto, un lungo spignattare tra i fornelli, non direte più che è matta la Petronilla, ma che è invece una brava donnina, una di quelle che sanno spenderli con criterio I danari che, con tanta fatica, guadagna suo marito!Petronilla libri

Ricette di Petronilla Ed.Olivini 1938

.

 Petronilla, chi era?

  • PETRONILLA: svolse un ruolo importante negli anni delle ristrettezze economiche dovute alla guerra. Di fronte alla drastica riduzione dei beni alimentari disponibili, proponeva i suoi suggerimenti «sul modo di sbarcare il lunario mangereccio, consumando poco grasso, poco riso, poca pasta, poca farina e poco zucchero; spendendo pochetto ma….nutrendo bastevolmente»
 Di Vegan Feast Catering (Peaches For Breakfast) [CC BY 2.0
Pesche al limone alla maniera di Petronillaultima modifica: 2014-07-17T23:23:49+00:00da patiba
Reposta per primo quest’articolo