Il Ramen è una tipica zuppa giapponese da gustare caldissima

Riso, legumi e, soprattutto pesce, questi sono gli ingredienti base della cucina giapponese, che è senz’altro da provare. Per iniziare ad apprezzarla è meglio andare nei ristoranti tipici ma, poi, è possibile realizzarla a casa con l’aiuto degli ingredienti che ormai ogni negozio etnico, mette a disposizione del consumatore amante dei cibi orientali.

Alcune specialità giapponesi
Sushi, Sashimi, Sushi di tonno, Tartare di tonno , Oyakodon, Tonkotsu ramen, Zuppa di gamberetti, Zuppa di vongole, Ramen, Ostriche fritte, Onigiri, Salsa allo zenzero, Salsa piccante all’aglio, Insalata di formaggio e carote, Budino di sesamo.

Il Ramen

è un tipico piatto giapponese (ma di origini cinesi) a base di Noodles di tipo cinese di frumento servite in brodo di carne e/o pesce, spesso insaporito con salsa di soia o miso e con guarnizioni in cima come maiale affettato, alghe marine secche (nori), kamaboko, cipolla verde e a volte mais.
Praticamente ogni località del Giappone ha la propria variante, dal ramen di tonkotsu (brodo di osso di maiale) al ramen di miso al ramen con Narutomaki (naruto=spirale e maki=avvolgere) un tipo di kamaboko (rollè di pesce tipo surimi). Wikipedia

Ecco come preparare e come servire il ramen.

Tempo: 30 minuti

 Ingredienti e Dosi: per 4 persone

300 g di tagliolini, 200 g di mais, 150 g di germogli di soia, 200 g di germogli di bambù, 3 uova sode, brodo di pollo q.b, salsa di soia q.b, un pezzo di zenzero, 1 spicchio di aglio, un mazzetto di erba cipollina, olio di semi q.b, sale q.b, pepe q.b.

Preparazione:

Fate scaldare il brodo. Tritate finemente l’aglio e lo zenzero (separatamente). Versate un filo di olio in una pentola sufficientemente ampia da poter contenere il ramen e fatevi soffriggere l’aglio. Aggiungete quindi lo zenzero tritato e, dopo un paio di minuti, mettete nella pentola i germogli di bambù, quelli di soia e il mais, avendo l’accortezza di tenere da parte un po’ di germogli di soia e del mais. Salate e pepate. Versate il brodo caldo e la salsa di soia. Fate cuocere a parte i tagliolini e scolateli al dente.
Distribuite la zuppa nei piatti, adagiate in ogni piatto un po’ di tagliolini, il mais e i germogli di soia rimasti. Aggiungete quindi delle fettine di uova sode, spolverate con l’erba cipollina tritata e servite.

Accorgimenti:

Se utilizzate dei germogli di bambù in salamoia, ricordatevi di sciacquarli sotto l’acqua corrente prima di usarli.

Idee e varianti:

Abbiamo suggerito l’uso dei tagliolini in quanto facilmente reperibili, a differenza della vera pasta giapponese utilizzata per il ramen. Potete utilizzare anche degli spaghetti.
Per rendere questa ricetta più saporita potete aggiungere anche della carne, preferibilmente di maiale (ad esempio della lonza).
Se diluite un po’ di concentrato di pomodoro nel brodo, questo risulterà di un colore più allegro.
Al ramen può essere aggiunto un bicchiere di sake (da aggiungere dopo il mais e da far evaporare prima di versare il brodo) oppure delle alghe.

Autore: Ricettaidea.it

.

La zuppa
La zuppa del ramen è fatta generalmente da brodo ristretto di pollo o maiale, assieme a una varietà d’ingredienti come kombu (un tipo di alga), katsuobushi (fiocchi di tonnetto striato), niboshi (sardine giovani essiccate), ossa di manzo, shiitake (un tipo di funghi) e cipolle, e quindi insaporiti con sale, miso o salsa di soia. Altre tipologie sono emerse successivamente e includono il ramen al curry e altri sapori.
       
     Ramen tonkotsu                                                  Ramen shōyu                                                   Ramen miso

 

La combinazione risultante è generalmente divisa in quattro categorie (benché varianti nuove e originali spesso rendono tale categorizzazione meno netta):
  • Shio (sale): il ramen Shio è probabilmente il più vecchio dei quattro ed è un brodo pallido, chiaro, giallognolo fatto con molto sale e una qualche combinazione di pollo, verdure, pesce e alghe marine. A volte sono usati anche ossa di maiale, ma non sono bollite così a lungo quanto lo sono per il ramen tonkotsu, perciò la zuppa rimane leggera e chiara. A volte vi è il chāshū (carne al barbecue alla cinese) al posto delle polpette di pollo magro, e inoltre prugne sott’aceto e kamaboko sono diffusi come guarnizioni messe in cima. La consistenza e lo spessore dei Noodles nei ramen shio è variabile, ma di solito sono dritti piuttosto che ricci.
  • Tonkotsu (osso di maiale, da non confondersi con tonkatsu, cotoletta di maiale alta uno o due centimetri, impanata e fritta in abbondante olio): il ramen tonkotsu ha di solito un brodo color bianco nuvola. È simile al cinese baitang e ha un brodo spesso, fatto bollendo ossa di maiale, grasso e collagene su un fuoco alto per molte ore, che soffonde il brodo con forte sapore di maiale e una consistenza cremosa che sembra latte o burro fuso o sugo di carne (a seconda del negozio). Molti negozi, ma non tutti, miscelano questo brodo di maiale con una piccola quantità di brodo ristretto di pollo e verdure e/o salsa di soia. I Noodles sono sottili e dritti, e questo ramen è spesso servito con beni shoga (zenzero sott’aceto). Attualmente l’ultima moda per il ramen tonkotsu è il māyu, un olio nericcio, aromatico fatto sia da aglio schiacciato carbonizzato sia da semi di sesamo. Questo tipo di ramen è una specialità del Kyūshū, in particolare del quartiere Hakata-ku della città di Fukuoka (per cui a volte è chiamato “ramen Hakata“).
  • Shōyu (salsa di soia) : il ramen Shōyu ha tipicamente un brodo di color marrone e chiaro, a base di brodo ristretto di pollo e verdure (o a volte pesce o manzo) con aggiunta di molta salsa di soia che porta a una zuppa che è intensa, salata, saporita ma tuttavia ancora abbastanza leggera al palato. Il ramen Shōyu ha di solito Noodles ricci piuttosto che quelle dritti, ma non sempre. È spesso adornato da germogli di bambù marinati o da menma, cipolle verdi, kamaboko, nori (alghe di mare), uova bollite, germogli di fagioli e/o pepe nero; a volte la zuppa contiene anche olio di chili o spezie cinesi, e alcuni negozi servono manzo affettato invece dell’usuale chāshū.
  • Miso: questo ramen, unicamente giapponese, è stato sviluppato in Hokkaidō ed è caratterizzato da un brodo che combina una gran quantità di miso ed è mischiata con pollo unto o brodo di pesce, e a volte con tonkotsu o lardo, per creare una zuppa densa, fragrante, leggermente dolce e molto vigorosa. Il brodo del ramen miso tende ad avere un sapore robusto, intenso e ad esso si possono aggiungere pasta di fagioli piccanti o tōbanjan, burro e cereali, porri, cipolle, germogli di fagioli, maiale macinato, cavoli, semi di sesamo, e aglio tritato. I Noodles sono spessi, ricci e leggermente mollicci.
I condimenti che di solito vengono aggiunti al ramen sono pepe nero, burro, pepe chili, semi di sesamo e aglio schiacciato. Le ricette delle zuppe e i metodi di preparazione tendono a essere segreti accuratamente custoditi.
Wikipedia
A bowl of ramen topped with eggs, corn, onions, pork, and sea weed.
Ramen_with_eggs“Ramen with eggs” di Douglas Paul Perkins – Opera propria. Con licenza CC0 tramite Wikimedia Commons –
Il Ramen è una tipica zuppa giapponese
Il Ramen è una tipica zuppa giapponese da gustare caldissimaultima modifica: 2015-05-03T06:14:36+00:00da patiba
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.