torrone epifania

Torrone alle mandorle e miele fatto in casa

Il torrone è un dolce tipico italiano principalmente natalizio; il suo nome deriva probabilmente dal verbo latino torrēre che significa abbrustolire con riferimento alla tostatura della frutta secca che lo compone. È composto da albume d’uovo, miele e zucchero e mandorle che ne costituiscono la base comune a tutti i tipi con l’aggiunta eventuale di noci, di arachidi, di nocciole tostate e pistacchi; spesso è ricoperto da due strati d’ostia.

Apicio Gavio  (42 a.C.-37 d.C.), nel Libro  De re coquinaria scrisse del  ” Nucatum” un dolce, simile al torrone, composto da noci, miele e albumi d’uovo

ALITER: PATINA VERSATILIS.
Nucleos, nuces fractas, torres eas et teres cum melle, pipere, liquamine, lacte et ovis. Olei modicum.
«Abbrustolisci dei pinoli e dei gherigli di noce e tritali con miele e uova, pepe. salsa e olio poco».

La ricetta del torrone fatto in casa di Buonissimo.it
Ingrendienti per 6 persone 

500 gr. di mandorle, 300 gr. di miele, 200 gr. di zucchero, 3 albumi, 1 scorza di limone, vanillina q.b., ostie q.b

Tempo: 25 minuti di preparazione, 2 ore di raffreddamento, 1 ora e 45 minuti di cottura.
Preparazione
  1. Fate cuocere, per circa un’ora e mezzo il miele a bagnomaria e a fuoco lento mescolandolo senza interruzione con un cucchiaio di legno, fino a che non diventi caramellato.
  2. Nel frattempo, a parte, fate cuocere a fuoco basso lo zucchero, aggiungendo acqua – ogni 3 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai d’acqua – mescolando continuamente.
  3. Montate le chiare d’uovo aggiungendole al miele caramellato, continuate a cuocere a fuoco basso, sempre mescolando.
  4. Una volta che il miele ha assunto l’aspetto spumoso, aggiungete lo zucchero. Versate, poi, le mandorle, precedentemente tostate in forno, la vanillina e la scorza di limone amalgamando il tutto.
  5. Versare l’impasto in uno stampo foderato con le ostie e ricoprite sempre con le ostie.
  6. Una volta raffreddato, capovolgete il recipiente e tagliate come volete.

Come fare le ostie

Potete preparare le ostie anche molto tempo prima dell’utilizzo, devono però essere conservate in luoghi asciutti, in contenitori a chiusura ermetica o in sacchetti di plastica per alimenti.

Gustissimo .it

Menù EPIFANIA inizio '900 Torrone_di_mandorle

 

Torrone di mandorle.jpg [[File:Torrone di mandorle.jpg|Torrone_di_mandorle]]