Portatovaglioli creativi per la tavola in festa

Un semplice nastro di raso annodato in un fiocco con un gingillo natalizio e il portatovagliolo è pronto!
Il tovagliolo inizialmente si chiamava “truccabocca” ed inizia ad essere utilizzato a tavola nel Rinascimento. Questo accessorio nasce come mezzo di purificazione delle dita sporche di cibo e per pulirsi la bocca prima di bere dal bicchiere comune. I galatei dell’epoca raccomandano di non usare il tovagliolo per pulirsi il viso, i denti o per soffiarsi il naso. Quando le posate sono in cumune tra i commensali, viene anche utilizzato per pulirle prima di porgerle agli altri commensali. Il tovagliolo viene portato sulla spalla o sul braccio sinistro perchè si usa mettere nei piatti comuni la mano destra.
 Portatovaglioli creativi

Portatovagliolo di bacche2 Portatovaglioli di cariciPortatovaglioli con i fiori4 Portatovagliolo edera

 

 

 

 

Portatovagliolo o portacandela?tovagliolo nell'elastico di una mascherinaCon perline colorate preparate degli anelli di giusta misura e in questi mettete il tovagliolo. portatovaglioli per Halloween

.

.

.

 

 Una bella tavola colorata con i nastri dei tuoi pacchi regalo

Un nastro oppure una fettuccia colorata (quelli che chiudono i pacchi regalo) possono trasformarsi in porta tovaglioli per dare un tocco di colore in più alla tua tavola.

  1. Prendi, se ne hai anche di vari colori, pezzi di nastri e tagliali tutti uguali di circa 10-12 cm ciascuno
  2. Avvolgili intorno ai tovaglioli che hai scelto per controllarne la misura.
  3. A questo punto prendi ago e filo, oppure aiutati con una cucitrice, e fissa le 2 parti finali dei nastri realizzando un anello.
  4. Inserisci il tovagliolo nel tuo nuovo portatovaglioli che potrai utilizzarlo anche con un tovagliolo di carta.

Con ritagli di pannolenci o feltro colorati, un po’ di colla e un paio di forbici, ecco una bella Stella di Natale o un simpatico Babbo Natale o un omino di pan di zenzero.

porta tovaglioli  natalizio

 
Portatovaglioli creativi per la tavola in festaultima modifica: 2013-03-24T13:44:40+00:00da patiba
Reposta per primo quest’articolo