Bigoli con le sardelle

Da “Cucinario di una vecchia famiglia nobiliare”: Menù per festività e ricorrenze con oltre 350 ricette raccolti in un cucinario di una vecchia famiglia nobiliare romagnola che il rampollo Giovanni Manzoni ha svelato in questo libro ricco di suggerimenti e leccornie. Tra le ricette più selezionate ben otto modi di fare i cappelletti romagnoli ed altrettanti per i tortellini bolognesi con tanto di brodo doc per palati fini. Da citare la polenta alla Manzoni che riporta gli antichi sapori nostrani, poi per sbizzarrirsi si può provare a cucinare altre ricette che si adattano a qualsiasi piatto ed accostamento di cibi. Lugo di Romagna 1985.

.

Bigoli (spaghetti) con le sardelle
Macerare, pulire e tritare le sardelle e cuocerle in olio con conserva di pomodoro, prezzemolo tritato e un pizzico di pepe fino a formare un sugo. Cuoce i bigoli al dente in acqua bollente e condirli ben bene col sugo suddetto.

Bigoli in un locale del sestiere di Dorsoduro, a Venezia, dove vengono serviti come cibo di strada.

La ricetta da SapereSapori

Ingredienti per 4 persone 

400 gr, di Bigoli (o spaghetti), 200 gr. di sardelle, olio evo, uno spicchio d’aglio, sale qb.

bigoli spaghetti sardelle (2)sardelle sardine Di Daniel Ventura - Fotografia autoprodotta, CC BY-SA 4.0, httpscommons.wikimedia.orgwindex.phpcurid=3997094

Preparazione  ;
  • Bigoli fatti in casa: Impastare 600 g di farina di grano saraceno (o di farina .integrale) con due uova intere, 50 g di burro ammorbidito, 200 ml di latte e un pizzico di sale; lavorare l’impasto finché non sia ben liscio e omogeneo e farlo riposare per almeno mezzora; passare l’impasto al torchio e disporre i bigoli, ben allargati, su un vassoio ricoperto con una salvietta infarinata, sulla quale dovranno asciugarsi per 24 ore.

Pulire i pesci dal sale,  lavarli accuratamente e asciugarli; mettere sul fuoco la pentola con abbondante acqua salata e, non appena bolle, buttarvi la pasta; mentre la pasta cuoce, mettere sul fuoco un tegame con l’olio e lo spicchio d’aglio leggermente schiacciato e far rosolare a fiamma dolcissima; togliere l’aglio, porre nel tegame le sardelle, spappolandole con la forchetta e portarle a cottura senza mai far friggere l’olio; scolare i bigoli al dente e condirli con il sugo.

Note:

Oggi i bigoli si possono acquistare già pronti nelle zone che ne vantano la tradizione.
Chi avesse a disposizione un torchio a piastra con fori larghi e volesse cimentarsi a farli in casa, può utilizzare le seguenti dosi, avendo l’avvertenza di prepararli il giorno precedente alla consumazione.

Varianti:

La pasta può anche essere di farina bianca.
Alcune formulazioni utilizzano quattro uova ed escludono altri liquidi leganti. Alle sardelle si possono sostituire acciughe, sia fresche che dissalate.
In quest’ultimo caso, invece dell’aglio, si usa un soffritto di cipolla.

 SapereSapori

Bigoli in un locale del sestiere di Dorsoduro, a Venezia, dove vengono serviti come cibo di strada.
CC BY-SA 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=583845 Di letitaly – https://pixabay.com/it/bigoli-paste-verona-italia-primo-993426/ copia archiviata, CC0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=69119003 Di Phyrexian – Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=89347001 Di Phyrexian – Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=89347033
Bigoli con le sardelleultima modifica: 2013-11-22T13:01:00+01:00da patiba0
Reposta per primo quest’articolo