GASTRONOMIA - Encyclopédie

GASTRONOMIA – Encyclopédie ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiers

Enciclopedia o Dizionario ragionato delle scienze, delle arti e dei mestieri

Denis Diderot (1713–1784) è stato un filosofo, enciclopedista, scrittore e critico d’arte francese. Fu uno dei massimi rappresentanti dell’Illuminismo

Fu promotore, direttore editoriale ed editore dell’Encyclopédie, avvalendosi inizialmente dell’importante collaborazione di d’Alembert, che però alle prime difficoltà con la censura (dopo la condanna de L’esprit di Helvétius, anch’egli collaboratore) si ritirerà. […]

GASTRONOMIA – Encyclopédie

Laboratorio e utensili di pasticceria

Laboratorio del panettiere
Il forno a legna
Viene qui riportata una tavola, tratta dalla Encyclopédie ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiers (metà del XVIII sec.), che ci illustra le differenti operazioni che il fornaio deve compiere per fare il pane, mentre nella parte inferiore vengono poi riportati tutti gli utensili e le strutture che gli permettono di lavorare. Tra di essi scorgiamo l’immancabile forno del quale vengono designate le varie parti e riportate le viste frontale e di profilo.

enciclopedia,cucina,gastronomia,pasticcere,forno,dizionario,ragionato,scienze,arti,mestieri

Laboratorio del pastaio
Encyclopedie méthodique – Art du vermicelier. Paris, (1791) 4° br. cop. muta,pp. 400/410 con 2 tavole di cm. 21 x 27 incise in rame raffiguranti laboratori, operai, trafile e utensili vari. Interessantissima e rara documentazione di un pastificio del settecento. Renato Rovetta nel suo noto manuale Hoepli del 1908 sull’industria del pastificio dice “Certo si sa che fino al 1800, circa, la pasta veniva fabbricata esclusivamente a mano.” Qui vi è raffigurazione di lavorazioni industriali, torchi, ecc

enciclopedia,cucina,gastronomia,pasticcere,forno,dizionario,ragionato,scienze,arti,mestieri

Lavorazione del formaggio
particolare
(illustrazioni tratte dall’Encyclopèdie di Diderot – D’Alembert)

enciclopedia,cucina,gastronomia,pasticcere,forno,dizionario,ragionato,scienze,arti,mestieri

 

 

 

 

 

Encyclopédie, Diderot e Le Rond d'Alembert

Encyclopédie, ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiers di Diderot e Le Rond d’Alembert

.

Encyclopédie

Denis Diderot (1713–1784) è stato un filosofo, enciclopedista, scrittore e critico d’arte francese. Fu uno dei massimi rappresentanti dell’Illuminismo

Fu promotore, direttore editoriale ed editore dell’Encyclopédie, avvalendosi inizialmente dell’importante collaborazione di d’Alembert, che però alle prime difficoltà con la censura (dopo la condanna de L’esprit di Helvétius, anch’egli collaboratore) si ritirerà. […]


Encyclopédie ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiersEnciclopedia o Dizionario ragionato delle scienze, delle arti e dei mestieri è una vasta enciclopedia pubblicata nel XVIII secolo, in lingua francese, da un consistente gruppo di intellettuali sotto la direzione di DIDEROT e D’ALEMBERT. Essa rappresenta un importante punto di arrivo di un lungo percorso teso a creare un compendio universale del sapere, nonché il primo prototipo di larga diffusione e successo delle moderne enciclopedie, al quale guarderanno e si ispireranno nella struttura quelle successive. La sua introduzione, il Discorso Preliminare, è considerata un’importante esposizione degli ideali dell’Illuminismo, nel quale viene altresì esplicitato l’intento dell’opera di incidere profondamente sul modo di pensare e sulla cultura del tempo.
http://m2.paperblog.com/i/23/230596/encyclopedie-diderot-e-dalembert-L-aM8qlT.jpeg
Antiporta (frontespizio) dell’Encyclopédie:
spiegazione
Sotto un tempio ionico, santuario della Verità, si vede la Verità avvoltaa in un velo, che irradia una luce che allontana e disperde le nuvole. A destra della Verità, la Ragione e la Filosofia sono intente una a togliere, l’altra a strappare il velo della Verità. Ai suoi piedi, la Teologia inginocchiata ne riceve la luce dall’alto. Seguendo la cartena delle figure, si trovano dallo stesso lato la memoria, la Storia Antica, e Moderna. la Storia descrive i fasti e il tempo le serve d’appoggio. Al di sotto sono raggruppate la Geometria, l’Astronomia e la Fisica. le figure più in basso rappresentano l’ottica, la botanica, la chimica e l’Agricoltura. nella parte inferiore si trovano parecchie Arti e professioni che derivano dalle Scienze. A destra della Verità si vede l?immaginazione che si dispone ad abbellire e a incoronare la Verità. Sotto l’immaginazione, il disegnatore ha posto i diversi generi di Poesia, Epica, Drammatica, Satirica e Pastorale. Successivamente vengono le altre arti d’Imitazione, la Musica, la Pittura, la Scultura e l’Architettura.
(dipinto di Charles Nicolas Cochin inciso da Bonaventure-Louis Prévost nel 1772))

***

L’Encyclopédie de Diderot et d’Alembert, c’était surtout un moyen de faire passer des idées libérales, plus qu’un état de l’art sur les marchines et autres savoirs de l’époque. Elle fait partie de notre Histoire.

Scritto da: Chaussures enfants

 

  Encyclopédie,  Diderot e Le Rond d’Alembert
Encyclopédie Diderot: couturier sarta, sarto, modista diderot-cutting-your-coat-to-fit-your-cloth-onsite-review1

COUTURIER (sarta, sarto, modista) Encyclopédie ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiers

Denis Diderot (1713–1784) è stato un filosofo, enciclopedista, scrittore e critico d’arte francese. Fu uno dei massimi rappresentanti dell’Illuminismo

Fu promotore, direttore editoriale ed editore dell’Encyclopédie, avvalendosi inizialmente dell’importante collaborazione di d’Alembert, che però alle prime difficoltà con la censura (dopo la condanna de L’esprit di Helvétius, anch’egli collaboratore) si ritirerà. […]

http://janeaustensworld.files.wordpress.com/2010/02/diderotcouturiere-1.jpg

Sarta
Donna autorizzata a confezionare diversi indumenti in qualità di membro di una comunità costituita nel 1675. Ogni sarta non può avere più di un’apprendista. L’apprendistato dura tre anni: questo apprendistato deve essere seguito da due anni di lavoro presso altre sarte. quelle donne che vogliono accedere alla maestranza sono tenute a fare un capo d’opera: solo le figlie delle sarte ne sono esenti. la comunità è retta da sei consoli, tre dei quali cambiano ogni anno. Lla loro corporazione è divisa in quattro categorie: vi sono le sarte in abiti, che hanno diritto di confezionare abiti e altri indumenti da donna; le sarte in bustini da bambini; le sarte in biancheria; le sarte in guarnizioni.
 
Sarto
E’ colui che taglia, cuce, confeziona e vende abiti. i maestri-mercanti-sarti e i mercanti di giubbe formavano in passato due comunità separate che furono riunite nel 1655; furono redatti nuovi statuti che, dopo essere stati approvati dal luogo-tenente civile e procuratore del re allo Châtelet, il 22 maggio 1660, furono confermati con lettere regie e registrati al Parlamento nello stesso mese e nello stesso anno. Questi statuti prevedono che siano eletti tutti gli anni due consoli, maestri e ispettori di tale comunità per amministrarla, con due decani che restano in carica. Vietano inoltre a tutti i mercanti rigattieri, pannaiuoli ecc. che non siano stati ammessi alla maestranza come sarti di fare o vendere qualunque abito di stoffa nuova o di nuova fattura. Fissano infine il periodo di apprendistato a tre anni.

http://media.paperblog.fr/i/51/515191/recapitulatif-lexposition-modes-anciennes-L-6.jpeg

 Marchande de Modes (Modista)

  • A sn: Fig. 1, taglio del cappuccio di una mantellina.
  • Fig. 2, mantellina tagliata. In questo taglio le linee punteggiate indicano la mantiglia di corte.
  • fig, 3, taglio di mantellina da nbordare o foderare di pelliccia.

  La bottega di una modista.

  • BAVERO. Sarto
    In un abito, quale un mantello, una redingote, un soprabito, una camicia ecc. è la parte più alta, quella che cinge il collo: questa parte è più o meno larga a seconda del tipo di abito.
  • BIGHERINO
    I falpalà, le frange e le guarnizioni che si mettono alle sottane delle donne e alle loro vesti.
  • CASACCA. Storia moderna
    Specie di soprabito o di abito lungo che si porta sopra gli altri indumenti e che è in uso soprattutto in Inghilterra tra gli ecclesiastici; in passato lo portavano anche i laici.
  • CRAVATTA. Moda
    Antico capo di vestiario di tela fine ripiegata; la si avvolgeva più volte intorno al collo e se ne annodavano i due capi sotto il mento facendoli poi ricadere sul petto. I collarini sono succeduti alle cravatte.
  • OTTOVESTE. Grammatica
    Indumento che si porta sotto il giustacuore o l’abito; ha maniche, falde e tasche, e si abbottona; scende fino appena sopra il ginocchio

L’illustrazione da Onsite Review mostra come il modello per un vestito si articola sulla tela.
Onsite Review’s article, Diderot: CuttingYour Coat to Fit the Cloth, is fascinating to read.

 

Encyclopédie Diderot  COIFFEUR Parrucchiere, Barbiere, Parrucche

COIFFEUR (Parrucchiere, Barbiere, Parrucche) – Encyclopédie ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiers

.

Denis Diderot (1713–1784) è stato un filosofo, enciclopedista, scrittore e critico d’arte francese. Fu uno dei massimi rappresentanti dell’Illuminismo

Fu promotore, direttore editoriale ed editore dell’Encyclopédie, avvalendosi inizialmente dell’importante collaborazione di d’Alembert, che però alle prime difficoltà con la censura (dopo la condanna de L’esprit di Helvétius, anch’egli collaboratore) si ritirerà. […]

Encyclopédie Diderot  COIFFEUR Parrucchiere, Barbiere, Parrucche

.
Parrucchiere – Barbiere, Parrucche, tavola VIIFigg. 1.2, interno ed esterno di una parrucca di berrettino. Figg. 3.4, interno ed esterno di una parrucca con borsa da capelli. A, la borsa. BB, le giarrettiere a fibbia. 5.6, interno ed esterno di una parrucca a buccole annodate. AA, le buccole annodate. B, il rocchio. 7, buccola annodata della stessa parrucca. 8, bocchio della stessa parrucca. 9, borsa da capelli. A, la rosetta. B, i cordoni. 10.11, esterno e interno della parrucca capinascente. 12.13, esterno e interno ddella parrucca da abate. AA, la chierica. 14.15, interno e esterno della parrucca alla brigadiera. AA, i rocchi. B, la rosetta. 16,rocchi della stessa parrucca. 17, rosetta della stessa parrucca. AA, i cordoni
BARBIERE
Artigiano che fa la barba. Ci sono a Parigi due comunità che, secondo i loro statuti, hanno il diritto di tener bottega per fare la barba e di esporre dei bacili come insegna. La prima comunità è quella dei maestri chirurghi, i cui bacili in insegna devono essere gialli; la seconda è quella dei parrucchieri i cui bacili sono bianchi. (..)
 
BASE DEI CAPELLI . Termine di parrucchiere
E’ la parte dei capelli presso la quale sono stati tagliati e tolti dalla testa; l’altra estremità si chiama punta. E’ a partire dalla base che si intrecciano i capelli sul telaio per farne una parrucca. (..)
 
POLVERE DA CAPELLI. Termine da guantaio profumiere
E’ un amido ben polverizzato e setacciato che serve ad asciugare i capelli naturali e le parrucche. Sono i guantai profumieri che la fabbricano e ne fanno commercio.
PUNTA DEI CAPELLI. Parrucchiere
E’ l’estremità dei capelli dalla quale i parrucchieri cominciano a inanellare la ciocca da arricciare; l’altra estremità di chiama base; è a partire dalla base che si intrecciano i capelli.
 
SCALARE I CAPELLI. Termine di parrucchiere
Consiste nel tagliare i capelli in modo tale che i più alti siano i più corti e i più bassi siano i più lunghi per far sì che, una volta arricciati, i boccoli possano essere sistemati senza darsi noia gli uni con gli altri.
 
SCOMPIGLIARE I CAPELLI. Termine di parrucchiere
Significa pettinare i capelli all’incontrario, cominciando dalla punta, allo scopo di far gonfiare la ricciaia per sistemare in segjuito i boccoli. (..)SPURGARE I CAPELLI
Consiste nello sfregare a secco con le mani le ciocche di capelli, una dopo l’altra, nella farina: lo scopo di questa preparazione è di mondarli dal grasso per distenderli più facilmente.TUPPE’. Termine di parrucchiere
E’ un ciuffo di capelli che si estende lungo la fronte, da una tempia all’altra, sia nei capelli naturali che nelle parrucche.

Leggi anche

1    2   3    4

  1. The engraving process
  2. The camera obscura
  3. The classical orders
  4. The human anatomy