Cuori di nasello in umido con olive e pomodorini secchi

↑ Nella foto il nasello in umido è servito in una tajine marocchina mono porzione

.

Ingredienti e dosi

400 gr. di cuori di nasello surgelati (o di merluzzo), 400 gr. di polpa di pomodoro, olive nere denocciolate, pomodorini secchi, 1 cucchiaio di mix di erbe aromatiche in polvere per pietanze di pesce (rosmarino, salvia, ginepro, alloro, origano), 1 spicchio d’aglio, sale marino, erba cipollina o prezzemolo, olio evo.

Preparazione

Mettete a scongelare il pesce condito con un filo di olio evo e  l’ insaporitore in polvere. Spezzettate i pomodorini secchi.

In un tegame di terracotta versate poco olio e fate rosolare l’aglio che poi toglierete. Unite la polpa di pomodoro e fate cuocere per 30 minuti circa, con il coperchio; a l’occorenza aggiungete un po’ d’acqua. Unite al sugo i cuori di nasello scongelati e fateli insaporire per qualche minuto. Regolate il sale e distribuite le olive nere denocciolate ed i pezzetti di pomodorini secchi.  Profumate i cuori di nasello in umido con erba cipollina o prezzemolo tritati. Servite subito.

Se avanzasse un po’ di sugo, potete utilizzarlo per condire pasta o riso.

tajine merluzzo (2)Cuori di nasello con olive e pomodorini secchi
Finalmente ho la Tajine, … e ora?
Con questa pentola, di cui non potrete più fare a meno, potrete preparare carne, pesce, verdura e frutta, sperimentando ricette esotiche o più tradizionali, come la tajine di coniglio e prugne, le polpette di agnello con semi di sesamo e perfino i fichi con crema di mandorle. Sollevate il coperchio della vostra tajine e lasciatevi sorprendere.» Martine Lizambard
Il venditore marocchino mi ha detto che la tajine al femminile è la pentola e il tajine al maschile è la pietanza. La tajine ha origini berbere ed è tipica della cucina nordafricana (in particolare marocchina). È uno “strumento” per cucinare (una specie di pentola a pressione) che dà il nome anche alla pietanza che viene cotta al suo interno. [segue]
Cuori di nasello in umido con olive e pomodorini secchiultima modifica: 2014-12-18T18:45:13+01:00da
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.