Galateo: il Battesimo (1^ parte)

 Le cerimonie

Come si svolge il battesimo?
Il bimbo viene accolto dal sacerdote, il quale chiede ai padrini se prendono l’ impegno e crescerlo cristiano e quale nome deve essere impartito al neonato. Si risponde poi alle preghiere del rituale, quasi tutte ormai in lingua italiana. Il bambino viene quindi portato al fonte battesimale. È compito del cerimoniere (un chierico, generalmente) indicare di volta in volta come occorre comportarsi.

Chi sono i padrini?
Spesso si sceglie un nonno materno è uno paterno: per quanto si presuppone nelle intenzioni della Chiesa che padrini debbano essere più giovani di genitori inquantochè spetterebbe a loro fare le veci di questi nel deprecato caso che venissero a mancare. Possono essere invitati a far da padrino e madrina gli zii, gli amici, i fratelli o le sorelle, a seconda dell’uso e dei rapporti sociali dei genitori.

PARTECIPAZIONI
In genere si inviano le partecipazioni il giorno del battesimo e su questo si indica il nome del neonato e quello dei genitori: esempio tipico è quello costituito dalla frase “Anna e Claudio R. annunciano felici la nascita di Roberto -data e l’indirizzo di casa”. Si può contemporaneamente inserire l’annuncio su un quotidiano. Consigliamo anche di preferire un tipo di partecipazione classica, molto semplice, in bianco, sebbene esistano nel commercio vari tipi di partecipazioni con vignette e fiocchetti rosa, se si tratta di una femminuccia, in celeste, se si tratta di un maschietto. Comunque spetterà a voi la scelta.

CONFETTI
Non è di prammatica inviare bomboniere con confetti rosa o celesti per le nascite. Si può però farlo unitamente all’invio della partecipazione. Si offrono invece confetti rosa o celesti durante il rinfresco che segue il battesimo.

IL RINFRESCO IN CASA
Di ritorno dalla Chiesa, il bimbo deve essere portato nella sua camera, evitando che venga sballottato a destra e sinistra: il ricevimento è per le persone adulte. Si offriranno i confetti tradizionali, dello champagne ghiacciato, salatini e vari dolcetti; si terranno pronte bevande analcooliche, e chi lo desidera potrà avere del caffè. Si può organizzare un rinfresco semplice, limitato ai parenti, ai padrini, agli intimi. Oppure per un battesimo particolarmente elegante, ci si potrà rivolgere a qualche ditta specializzata, a una pasticceria di lusso che disponga di camerieri esperti. In tal caso penserà l’organizzazione stessa a sottoporvi vari programmi di “menus” tra cui potrete scegliere in rapporto all’ora e a quanto volete spendere.

REGALI
E’ d’uso portare un regalino quando si va a visitare un neonato: un golfino, scarpette di lana, oggetti in argento, sonagli, bavaglini, eccetera. Il regalo da fare, se siete il padrino o lla madrina, è più impegnativo. Si parte dal regalo “tipo”, costituito dalla catenina con medaglietta, e dal braccialetto con medaglina per arrivare ad oggetti di valore superiore.

FIORI
E’ ovvio che il giorno del battesimo i fiori saranno molto graditi.

Come ci si veste per un battesimo
Se partecipate al solo rinfresco, abito da cocktail; se vi recate in chiesa, dovrete avere un abito (e un cappello) adeguati alla circostanza. Il neonato avrà il tradizionale abito bianco (se ne avete uno “di famiglia” ancora meglio), oppure un costumino bianco di lana o di filo a secondo della stagione; sarà avvolto in uno scialle bianco, o nel porte-enfant. Oggi non si esige più una particolare ricercatezza nell’abito da battesimo. Si tratta di una cerimonia intima, rapida, improntata alla massima semplicità. Gli uomini indosseranno un completo grigio o blu: volendo potranno avere (attenzione questa assai gentile) un fiore all’occhiello.

da “Il grande libro della casa” 1967
Galateo: il Battesimo (1^ parte)
Le bomboniere le puoi ordinare a: TELEFONO AZZURRO Apri il PDF per avere tutte le informazioni e il modulo d’ordine.

 

biglietti da stampare
Biglietti per la Nascita
Biglietti Auguri  Battesimo
Galateo: il Battesimo (1^ parte)ultima modifica: 2013-08-23T08:31:02+02:00da patiba
Reposta per primo quest’articolo