Liquore di caffè alla maniera di Petronilla

.
Quando ti deciderai a salire le scale di casa mia, ti farò assaggiare un certo liquorino di fabbrica personale, mia; e se lo troverai degno, te ne insegnerò la facile preparazione, affinchè tu possa poi insegnarla alle tue…nuove amiche (così la mia cara Giulia, allorchè mi ha vista, stamane, in piazza). – Un tuo liquore che ancora non conosco?
Ma, cara Giulia, io non voglio certo perder tempo e, se permetti, subito subito t’accompagno a casa. Il liquore dell’amica, l’ho trovato talmente prelibato, ed è anche così lesto a fare, e di sì certa riuscita, e di spesa tanto limitata (per essere un liquore) che, subito, una nuova bottiglia è andata ad arricchire la mia…biblioteca bottigliesca; e che ora, senza perder tempo, insegnerò a tutte voi la facile preparazione del buon liquore.
***
Pesate (possedete la bilancia?) 3 etti di zucchero e gr. 125 d’acqua; versate l’uno e l’altra in una casseruola della capacità di circa 1 litro; mettete a fuoco; e fate dare un bollo affinchè lo zucchero, sciogliendosi, faccia dell’acqua un dolcissimo sciroppo.Pesate gr. 70 di buon caffè (ma…di vero caffè, e di buona marca, e che, anche, sia stato da voi stesse macinato per evitare il pericolo che il droghiere…) e mettetetelo nell’apposito recipiente della vostra macchinetta da caffè espresso o filtrato.
Pesate gr. 225 d’acqua; fatela bollire per 2 minuti; versatela sulla polvere; filtrate; e il buon caffè ben carico e ben profumato che avrete ottenuto, unitelo allo sciroppo affinchè si faccia, così anche per bene dolcificato. Coprite la casseruola con il suo coperchio (il profumo non deve spandersi per l’aria) e mettete al fresco.
Tosto che il caffè sarà raffreddato, unite una bustina di vaniglina pura (il droghiere la vende) e gr. 125 di alcole da liquori; mescolate; ricoperchiate di nuovo la casseruola; lasciate riposare fino al giorno appresso; imbottigliate; ed eccovi pronto un nuovo liquore da offrire dopo un pranzo o durante una serata; ed un liquore che vi procurerà, certamente, un vero diluvio di elogi.
***
Di elogi che voi però dovrete, non già alla Petronilla, ma bensì alla sua vecchia, alla sua cara amica Giulia che, nel preparare, e persino nell’ inventar liquori ha, come v’ho detto, una sua tutta speciale…specialità.
***
Tanto speciale, ch’ella m’ha infatti promesse altre ed altre delle ricette per liquori prelibati del suo vasto repertorio; ma quelle…quelle le leggerete dapprima sulle “Domeniche del Corriere” che…verranno; e poscia – con tutte l’altre varie e che pure verranno – nel terzo volumetto delle sue ricette che fra qualche anno, spera, si augura e si ripromette presentarvi.
LA PETRONILLA Milano, Agosto 1937-XV
Liquore di caffè alla maniera di Petronilla

Petronilla, chi era?Petronilla libri

  • PETRONILLA: svolse un ruolo importante negli anni delle ristrettezze economiche dovute alla guerra. Di fronte alla drastica riduzione dei beni alimentari disponibili, proponeva i suoi suggerimenti «sul modo di sbarcare il lunario mangereccio, consumando poco grasso, poco riso, poca pasta, poca farina e poco zucchero; spendendo pochetto ma….nutrendo bastevolmente»
“Cafe rica bottle and bag.” di Alphamouse – Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons – 
Liquore di caffè alla maniera di Petronillaultima modifica: 2014-08-14T08:59:25+02:00da
Reposta per primo quest’articolo