I Carciofi trifolati

Carciofi trifolati sono un ottimo contorno, ma anche un delizioso piatto unico

.

Il carciofo è un fiore e non un frutto.

Questo ortaggio, se fresco e tenero, è un ottimo alimento ed è gustoso ed… interessante: oltre alle qualità terapeutiche (è un valido elemento nelle diete di epatopazienti e malati di intestino), il suo sapore si accorda armoniosamente con vari condimenti. Esistono, Infatti, molte ricette di pietanze sempre raffinate, sia che si tratti di minestre, di insalate, di sformati o di soufflé.

la ricetta per i carciofi trifolati

Ingredienti e Dosi: per 4 persone

8 carciofi, 500 ml di brodo vegetale, 3 cucchiai di prezzemolo tritato, 2 spicchi di aglio, 1 limone per l’acqua acidulata, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale q.b, pepe q.b.

Tempo: 20 minuti + il tempo per la pulizia dei carciofi .
Preparazione:

Iniziate pulendo i carciofi: tagliate le spine e i gambi, poi togliete le foglie più esterne praticando un taglio a mezzaluna alla base; tagliateli a metà e privateli della barbetta interna, poi immergeteli subito in abbondante acqua e limone.
In una padella fate soffriggere due spicchi d’aglio tritati con 2 cucchiai di prezzemolo, tenendone da parte uno da aggiungere a fine cottura.
Scolate i carciofi e fateli saltare in padella per circa 15-20 minuti; il tempo dipende dalle dimensioni dei carciofi. Per controllare la cottura punzecchiate la base del carciofo con una forchetta: deve risultare morbida ma senza rompersi. Se durante la cottura i carciofi tendono ad asciugare troppo, aggiungete il brodo vegetale. Salate e pepate e serviteli caldi o freddi con una spolverata di prezzemolo fresco tritato.

Accorgimenti:

Per proteggere le mani dalle macchie che i carciofi provocano, usate dei guanti oppure strofinate sulle dita mezzo limone. L’acqua acidulata, allo stesso modo, serve per non far annerire i carciofi.

Idee e varianti:

Se vi piace il sapore un po’ pungente, quando fate soffriggere l’aglio mettete in padella anche un peperoncino tritato.

Autore: Ricettaidea.it
Altre ricette con i carciofi

carciofi

Funghi trifolati come contorno

Funghi trifolati come contorno

Funghi porcini Ftrifolati

 .

Quest’anno, grazie alle frequenti piogge, la raccolta di funghi è eccezionale. Sono certa che, quando prossimamente andrò nel bosco, riempirò il mio cestino accontentandomi, però, dei 3 kg. consentiti.

Aspettando di averli ho cercato e trovato la ricetta piemontese

Funghi trifolati come contorno

I funghi migliori per questa preparazione sono i porcini, ma vanno bene anche i galletti, gli ovuli, gli champignon o un buon misto. 

Ingredienti e dosi

1 kg di funghi freschi 300 g di mollica di pane 2 spicchi d’aglio Sale q.b. Olio extravergine d’oliva q.b. Pepe nero q.b. Prezzemolo q.b.

 Preparazione:

Iniziate a pulire bene i funghi, lavandoli con un panno umido, tagliando la radice e grattando con un coltellino la parte interna del cappello, che potrebbe contenere residui di terra.

Prendete una padella antiaderente, versateci un filo d’olio, mettetela su fuoco moderato e fate soffriggere i due spicchi d’aglio. Quando si saranno indorati, versate in padella anche i funghi, che avrete precedentemente tagliato a lamelle o a cubetti, e fateli saltare a fiamma media per circa 20 minuti, mescolando delicatamente per non romperli.

A cottura quasi ultimata unite la mollica di pane, che dopo 5 minuti si sarà amalgamata ai funghi. Per finire condite con sale, pepe nero e prezzemolo tritato e servite i funghi caldi o freddi in base alle vostre necessità.

segue

Altre ricette del Piemonte

Un’altra ricetta per i Funghi trifolati come contorno, l’ho trovata in vecchio ricettario del 1935, l’Almanacco della Cucina.MESI secondo ALMANACCO DELLA CUCINA anno 1935

«Prendete mezzo chilo di funghi porcini, sbucciateli e, dopo averli lasciati a bagno nell’acqua per qualche tempo, risciacquateli più volte, indi scolateli, lasciateli sgocciolare e tagliateli a pezzi.
Mettete sul fuoco con una casseruola, possibilmente di terracotta, con mezzo etto di burro e con tre cucchiaiate di olio d’oliva, con due acciughe diliscate e pulite e con uno spicchio d’aglio (che poi leverete).
Quando tutto comincerà a prendere colore, unite i vostri funghi; salate, pepate e strizzatevi il sugo di un limone.  Fate proseguire la cottura a fuoco dolce e a casseruola scoperta sino a quando i funghi non saranno ben morbidi e l’intingolo non sarà sufficientemente addensato.
Cospargete con una manciata di prezzemolo triturato, date l’ultima rimescolata  e dopo qualche istante servite.

 

 . Champignon trifolati Funghi trifolati come contorno
   
Di BocaDorada [CC BY-SA 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)], attraverso Wikimedia Commons