Dolce Bio al Muesli con frutta fresca e senza uova

Dolce Bio al Muesli con frutta fresca e senza uova

.

 Ingredienti per una tortiera di 26 cm. di diametro

250 gr. di farina integrale di frumento¹ 00 Bio, 100 gr. di muesli² Bio, 150 gr. di zucchero di canna muscovado³, frutta fresca a piacere (io avevo: 1 fragolone grande, 20 ciliegie, 1 mela), un vasetto di yogurt del gusto che volete, 60 ml. di olio di semi di girasole, una bustina di lievito Bio per dolci con vaniglia dalle bacche, un pizzico di sale fino , zucchero a velo (facoltativo), latte di mandorle q.b.

 Preparazione

Sbucciate la frutta fresca e tagliatela a tocchetti, se usate le ciliegie togliete loro il nocciolo. Infarinate i tocchetti di frutta così, durate la cottura, non andranno tutti in fondo

640px-Muesli    plum-cake-con-le-ciliegie-L-30KeYN    plum-cake-con-le-ciliegie-L-wDNZuW    plum-cake-con-le-ciliegie-

In una ciotola mettete la farina con il lievito e l’olio di girasole, amalgamate bene il tutto e aggiungete la frutta, il muesli, un pizzico di sale, il latte di mandorle quanto basta per rendere cremoso il composto. Mescolate delicatamente dal basso verso l’alto.

Preparate lo stampo imburrato ed infarinato se non fosse di silicone. Versate l’impasto e fate cuocere in forno medio a 180-200 gradi per 30-40 minuti circa, verificando la cottura con uno stecchino: quando uscirà dalla pasta pulito e asciutto, il dolce è cotto.

Sfornate a freddo.

torta muesli

  • ¹La farina di frumento, è una farina di grano che può essere tenero o duro. Le farine di grano tenero s0no classificate in base alle ceneri in esse contenute:
    – tipo “00″ con ceneri fino al 50% (La 00 è macinata più fine della 0 )
    – tipo “0″ con ceneri dal 72% fino al 80%
    – tipo “1″ con ceneri dall’ 80% fino al 85%
    – tipo “1″ con ceneri dall’ 85% fino al 100%
    – Integrale ” con ceneri fino al 1,40%/1,60%
    Tipo 0 è utilizzato per pane, pizza, focaccia. Tipo 00 per pasta, torte, dolci
    Le farine di grano duro sono di colore leggermente giallognolo, più granulose al tatto e sono utilizzate soprattutto per preparare paste alimentari e – limitamente al meridione – alcuni tipi di pane come quello di Altamura. Si trovano spesso in vendita con la definizione di “semolato di grano duro” oppure “sfarinato di grano duro”.
    Quelle di grano tenero sono di colore bianco, hanno una consistenza quasi polverosae sono quelle più usate in pasticceria e nella panificazione.
    Si differenziano a secondo del grano da cui vengono estratte: Stati Uniti, Canada e Argentina sono i paesi con i migliori grani teneri, quali Manitoba (per pasta sfoglia), Plata, ed altri.
    Altre farine:
    – Farina di grano saraceno
    – Farina di grano turco
    – Farina di segale
    – Farina di riso
    – Farina di castagne
    – Farina di ceci
    – Semolato duro: per produrre la pasta di tipo industriale
    – Mais: per fare la polenta

1024px-Flours640px-MuesliMuscovado_Sugar.

 

.

..

  • ³Il muesli o musli (in svizzero tedesco müesli o Birchermüesli) è una miscela di cereali e frutta secca solitamente consumata durante la prima colazione. Può essere mangiata da sola, ma è consigliato accompagnarla con latte, yogurt o latte di soia. Il suo consumo è estremamente diffuso nella Svizzera tedesca, dove ha avuto origine.  Il nome birchermüesli è riservato solo al piatto contenente i 4 ingredienti fondamentali: fiocchi d’avena, latte, succo di limone e mela grattugiata.
  • Lo Zucchero muscovado è un tipo di zucchero scuro (di canna) non raffinato, con un forte sapore di melassa. Conosciuto anche come “zucchero delle Barbados” o “zucchero umido”, lo zucchero muscovado è molto scuro e leggermente più granuloso e appiccicoso rispetto alla maggioranza degli zuccheri di canna. Il muscovado eredita il suo sapore e il suo colore dal prodotto da cui deriva, il succo di canna da zucchero. Offre buona resistenza alle alte temperature e ha una durata di conservazione ragionevolmente lunga. È usato comunemente in varie ricette e per fare il rum. Lo zucchero muscovado può essere usato in varie ricette dove normalmente è previsto zucchero di canna, riducendo lievemente il contenuto in liquidi previsto dalla ricetta.
torta muesli-Dolce Bio al Muesli con frutta fresca e senza uova

 

Penne Bio integrali con sugo di tofu alla pizzaiola

Penne Bio integrali con sugo di tofu alla pizzaiola

.

Il tōfu (dal cinese 豆腐, pinyin dòufǔ), talvolta definito anche come caglio di semi (di soia), è un alimento diffuso in quasi tutto l’estremo oriente (Cina, Giappone, Corea, Vietnam, Thailandia, Cambogia). Sebbene in occidente sia noto con il suo nome giapponese, ha origini cinesi. Viene ricavato dalla cagliatura del succo estratto dalla soia e dalla successiva pressatura in blocchi, generalmente in forma di parallelepipedo. La fabbricazione del tofu dalla soia è simile a quella del formaggio dal latte. Spesso si confonde il tōfu, nelle sue preparazioni al vapore o fritte, con il glutine di grano o seitan.

.

Per la serie Ricicliamo gli AVANZI (nonsibuttavianiente), oggi vi propongo questa pasta che ho preparato con la rimanenza del Tofu alla pizzaiola.

 Ingredienti

360 gr. di penne Bio integrali o altra pasta corta, Tofu alla pizzaiola, pecorino grattugiato (facoltativo).

 Preparazione

Dopo aver preparato il tofu come spiegato qui, con le pinze raccogliete le fettine e poi tagliatele a dadini.

tofutofu pennetofu penne (2).

.

.

.

Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e versatela nella padella con il sugo. Fate saltare per farla insaporire quindi, se volete, condite con il pecorino grattugiato.

È ottima anche fredda.

tofu penne (3)Penne Bio integrali con sugo di tofu alla pizzaiola

Bavette al limone

Un primo veloce ma sfizioso? Allora ecco le Bavette al limone

 

Questo è un primo decisamente veloce, semplice, ma gustoso e delicato: in 15 minuti è pronto!  Oltre alle bavette si possono preparare anche: spaghettini, tagliolini, linguine.

microplaneYellow

Ingredienti per 4 persone

380 gr. di bavette, 1 limone Bio non trattato, 80 gr. di burro, 80 gr. di panna vegetale, un ciuffo di prezzemolo tritato, sale e pepe bianco.

Preparazione

Dopo aver lavato molto bene il limone sotto acqua corrente, grattugiate la sola buccia gialla del limone (Zest), facendo attenzione di non grattare la parte bianca che renderebbe troppo amaro il gusto del piatto.

Mettete lo zest in un tegame capiente, aggiungete il burro e fatelo sciogliere a bagnomaria. Nel frattempo, portate a bollore l’acqua per la pasta, che sarà abbondante e salata. Buttate le bavette e fatele cuocere; quindi scolatele al dente e versatele nel burro aromatizzato con lo zest.

Su fuoco dolcissimo, aggiungete la panna e mescolate bene per amalgamare il tutto.

Condite con qualche goccia di limone, altra buccia di limone grattugiata, il prezzemolo tritato e il pepe bianco. Servite su piatti caldi.

limoneBavette al limone

Limone di Sorrento
Questo frutto è un limone femminello, e si differenzia dai limoni della vicina costiera amalfitana per le diverse modalità di coltivazione e per proprietà organolettiche differenti (il limone di Amalfi appartiene inoltre ad una categoria diversa, lo sfusato). Viene coltivato sulla penisola sorrentina, in particolare nei comuni Massa Lubrense, Meta, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, Sorrento, Vico Equense, oltre che nell’isola di Capri, con i due comuni Capri ed Anacapri.