peperoncini Peppers_in_glas

Peperoncini sott’aceto alla maniera di Petronilla

Come quel frate che “a dargli un dito, vuol tutta la mano”, così voi, amichette mie, a darvi una ricetta, ne vorreste, del genere, cento!
Vi ho detto come io riponga in quella tal libreria, che si chiama anche credenza, peperoni grossi, funghi, carciofini e melanzane?
.
Ebbene, ecco che le richieste di ricette sorelle, non finiscono più, e che mi si chiede persino il modo di prepararein scatola ciò che, in scatola, si può preparare solamente negli appositi stabilimenti,attrezzati con macchinario sterilizzatore adatto. Ma però, fin dove può arrivare la mia…scienza cucinaria…, sono qua (vedete?) qua a propinarvela, pur di accontentarvi. Se dunque volete metter peperoncini sott’aceto vero e averli, così, assai più squisiti di quelli che vendono certi salumieri in quella certa loro sbrodaglia di salamoia…
***
Comperate peperoncini in quantità tale da soddisfare i vostri bisogni e i vostri desideri. Lavateli; asciugateli; e sforbiciatene i piccioli lasciandone, però, a ciascuno, 1/2 centimetro circa. Per 3 giorni, stendeteli su graticci al sole affinchè possano perdere un po’ della loro acqua abbondante (non scordando, però, ad ogni vespro, di ritirarli in casa).
.
Disponeteli, un po’ pigiati, nei vasi di terraglia; peperoncini,olio,petronillacopriteli con aceto buono e bollente; aggiungete, in ogni vaso, un cucchiaio colmo di sale grosso; tappate i vasi. Passati 40 giorni, scolate; buttate nel lavandino quell’aceto diventato acquoso ricoprite i peperoni con aceto nuovo, buono, non bollito; chiudete i vasi; e…
***
E se volete, con i vostri peperoncini, molto bene figurare, attendete, a riaprire i vasi, non meno di 3 mesi!
Ricette di Petronilla
 

Petronilla, chi era?Petronilla libri

  • PETRONILLA: svolse un ruolo importante negli anni delle ristrettezze economiche dovute alla guerra. Di fronte alla drastica riduzione dei beni alimentari disponibili, proponeva i suoi suggerimenti «sul modo di sbarcare il lunario mangereccio, consumando poco grasso, poco riso, poca pasta, poca farina e poco zucchero; spendendo pochetto ma….nutrendo bastevolmente»
https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Peppers_in_glas.jpg#file
Spaghetti con sugo di peperoncini tondi piccanti

Spaghetti con sugo di peperoncini tondi piccanti

.

I peperoncini piccanti ciliegia sono tipici delle regioni dell’Italia meridionale, dove vengono riempiti di tonno con l’aggiunta di un cappero, e conservati sott’olio. Nella cucina piemontese, il ripieno è composto da acciughe sotto sale.

Ingredienti per 4 persone

360 gr. di spaghetti, 800 gr. di pomodori, 3 peperoncini rossi piccanti, 3 filetti di acciuga, 100 gr. di cipolla bianca, 1 spicchio d’aglio, olio evo., sale.

Preparazione

Sbollentate i pomodori 15 secondi in acqua bollente, raffreddarli sotto l’acqua corrente, pelateli e tagliateli a dadini su un piatto senza perdere il loro liquido.

Pulite e lavate i peperoncini per togliere le impurità. Con uno scavino (o un coltellino appuntito) togliete i semi e i filamenti: questa operazione è meglio eseguirla con i guanti.

Spaghetti con sugo di peperoncini tondi piccanti

Spaghetti con sugo di peperoncini tondi piccantiSpaghetti con sugo di peperoncini tondi piccanti

.

.

.

.

.In una padella capiente soffriggete nell’olio, le acciughe (che si disferanno), l’aglio e la cipolla tritati.

Aggiungete i pomodori e i peperoncini rossi piccanti tagliati a pezzetti, mescolate e fate cuocere a fiamma vivace per qualche minuto, quindi regolate il sale, assaggiate ed eventualmente aggiungete un po’ di zucchero per regolare l’acidità. Allungate il sugo con acqua se occorre e finite la cottura.Nel frattempo cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli e versateli nella padella con il sugo. Regolate il sale ed amalgamate bene. Lasciate riposare qualche istante e servite.

Variante

Aggiungere prezzemolo tritato e parmigiano (o pecorino) grattugiato.

 
Leggi ancheLinguine piccanti con tonno e olive
Spaghetti con sugo di peperoncini tondi piccanti