Stelle filanti dolci di Carnevale

Stelle filanti dolci di Carnevale

foto bebeblog.
 
 1. Stelle filanti arrotolate

Ingredienti
100 gr. di farina, 1 uovo, 50 gr. di zucchero, una noce di burro, coloranti alimentari, zucchero a velo

Preparazione
Preparare un impasto con farina, uovo, burro e il colorante alimentare. Impastare bene e tirare una sfoglia sottile Tagliare delle lunghe strisce. Arrotolare le strisce su piccoli tubi di metallo (tipo per i cannoli siciliani). Cuocere in forno a 200 gradi per 5 minuti circa. Sfornare e spolverare con zucchero a velo.

Dolci:  Stelle filanti di carnevale (ovvero Tagliatelle dolci)

2. Stelle filanti di Carnevale
(Tagliatelle dolci) ricetta di la cucina di Lilla

Ingredienti
250 g di farina, 2 uova, zucchero a velo (4 cucchiai circa), la scorza di un’arancia (o se preferite limone), un cucchiaio di liquore a scelta, coloranti alimentari in gel (io rosso e blu).

Preparazione
Disporre la farina a fontana e rompere le uova al centro. Iniziare a impastare. Unire lo zucchero a velo, il liquore e la scorza dell’arancia. Impastare bene sino a ottenere la normale consistenza della pasta fresca. Se serve unite un pochino di acqua o un po’ di farina ( a seconda della consistenza).
Dividere l’impasto in tre parti e una lasciarla al naturale, una aggiungete del colorante e in una il colorante rosso. Impastare bene e poi stendere le sfoglie (il colore si mescola bene tirando la sfoglia). Arrivare alla penultima misura.

Poi tagliare le tagliatelle.
Scaldare l’olio e buttare le tagliatelle poco per volta. Cuociono in un attimo. Sollevatele con la schiumarola e fatele scolare nella carta assorbente, poi trasferitele in un piatto e spolveratele con lo zucchero a velo quando sono ancora calde.

 Stelle filanti dolci di Carnevale

dolci-stelle-filanti-di-carnevale-ovvero-tagl (2)dolci-stelle-filanti-di-carnevale-ovvero-tag

spoia lorda cappelletti

La spója lorda (pasta lorda) o mnëstra imbutida (minestra ripiena)

foto: www.brisighella.org/gastronomia/sfoglia
La spója lorda (pasta lorda) o mnëstra imbutida (minestra ripiena) è un tipico piatto della cucina povera tradizionale romagnola, ottimo per recuperare gli avanzi. Infatti per la “spója lorda“,  in origine,  veniva utilizzato quel che restava del ripieno dei cappelletti, pertanto la quantità era sufficiente solo per “sporcare la sfoglia“.

.

Preparazione

Fate due sfoglie di pasta per minestra grosse un centesimo ognuno. Stendetene una sul tagliere e spalmatevi sopra (fino a ricoprirla) il “composto” dei cappelletti, oppure un impastato di formaggio fresco e parmigiano grattugiato con un pizzico di noce moscata.

Coprite il tutto con l’altra sfoglia e tagliate, con la sprunella (la rotella tagliapasta), a quadretti (o a rombi) di circa tre centimetri di lato. Cuocete i quadretti (o i rombi) in brodo bollente e servite in tavola.

pasta-spoja-lorda

foto: www.brisighella.org/gastronomia/sfoglia
Varianti
  • Nata per essere servita in brodo, questa pasta è gustosa anche asciutta e condita con ragù romagnolo, sugo alla salsiccia, salsa con Formaggio di Fossa.
  • Usando gli spinaci la pasta, dei due sfogli, si può fare anche verde.
Il ripieno anche per i cappelletticappelletti ripieno
Ricotta, oppure metà ricotta e metà cacio raviggiolo, grammi 180.
Mezzo petto di cappone cotto nel burro, condito con sale e pepe,
e tritato fine fine colla lunetta..
Parmigiano grattato, grammi 30.
Uova, uno intero e un rosso.
Odore di noce moscata,
poche spezie,
scorza di limone a chi piace.
Un pizzico di sale. […
La ricetta in dialetto romagnolo da “Romagna in cucina” 1998
Spója lorda o minestra imbottita romagnola
 Spója lorda (pasta lorda) o mnëstra imbutida (minestra ripiena)