Riso con funghi shiitake freschi

Riso con funghi shiitake freschi

Lentinula edodes è un fungo di origine asiatica ed è attualmente il secondo fungo commestibile più consumato al mondo. È più comunemente conosciuto con il nome di shiitake (che significa fungo della quercia: shii (un albero simile alla quercia) e take (fungo). Cresce in autunno e in primavera sui tronchi e il primo riferimento al consumo dello shiitake in Giappone risale al 199 d.C..

 Ingredienti per 4 persone

280 gr.di riso, 150 gr. di funghi Shiitake freschi (60 gr. secchi), brodo vegetale, 1 porro, olio, ½ vino bianco secco, sale.

File:Shiitake 2017 A.jpg

Preparazione

Pulite i funghi Shiitake come spiegato qui, poi tagliateli grossolanamente.

Tritate il porro e mettetelo ad appassire nel wok (o in una padella dai bordi alti) con poco olio, aggiungete i funghi e fateli saltare velocemente.

In una padella capiente fate tostare il riso in poco olio, quindi versate il vino e fatelo sfumare. Aggiungete un mestolo di brodo vegetale e mescolate; continuate la cottura aggiungendo altro brodo al bisogno.

A metà cottura unite i funghi e finite di cuocere il riso, aggiustate di sale e spegnete il fuoco. Mantecate con una noce di burro.

Variante 

Anzichè i funghi shiitake freschi potete usare quelli secchi che metterete a marinare in olio, aceto balsamico e aglio.

riso funghi-SHIITAKE

 Riso con funghi shiitake freschimShiitake 2017 A.jpg [[File:Shiitake 2017 A.jpg|Shiitake_2017_A]]
Gli Antipasti di verdure

Gli Antipasti di verdure

Spiedini di formaggio a cubetti con uva e pomodorini
.

COME PRESENTARE GLI ANTIPASTI DI VEGETALI
Gli antipasti di vegetali possono essere presentati sulle speciali antipastiere, costituite da numerose vaschette sistemate su un unico vassoio. È una presentazione comoda e sbrigativa, ma non lascia alcuno spiraglio alla fantasia della padrona di casa. Molto più elegante, invece, è presentare gli antipasti su vassoi e ceramiche, o in scodelle d’argento e di cristallo.

QUALI VEGETALI PRESENTARE

  • Barbabietole cotte al forno: molto rosse, tagliate in fette rotonde o a dadi, condite con olio e aceto. Possono essere accompagnate da uova sode.
  • Carciofi: crudi e conditi con olio e aceto, o alla greca, o alla tartara, o marinati. Fondi di carciofini con maionese e puré di pesce.
  • Cavolfiore: in minuscoli mazzetti, marinati o lessati e conditi con olio e aceto.
  • Cetrioli: tagliati a fette o in piccoli dadi, depurati dall’acqua, conditi con olio e aceto.
  • Cipolle: farcite; cipolline all’aceto.
  • Fagiolini verdi: lessati, tagliati in piccoli pezzi e conditi con maionese o olio e aceto.
  • Finocchi: conditi con olio e aceto.
  • Funghi: ovoli crudi conditi con olio e limone; altri funghi cotti in bianco, tagliati a piccoli dadi e conditi con maionese o olio e aceto; funghetti sott’olio.
  • Melone: tagliato a spicchi, presentato con ghiaccio su un letto di foglie verdi.
  • Noci: condite con il succo di uva non troppo matura, sale grosso e cerfoglio tritato.
  • Olive: servite tali e quali o snocciolate e farcite con burro mescolato a pasta di acciughe.
  • Patate: lessate, tagliate in dadi o a fette, condite con maionese o olio e aceto.
  • Pomodori: in dadi o a fette, depurati dell’acqua, conditi con maionese o con olio e aceto, o farciti.
  • Sedani: il cuore diviso in quarti, condito con olio e aceto e un po’ di senape.

Per un pranzo non impegnativo basteranno tr o quattro varietà di questi vegetali; se si tratta invece di un pranzo importante ne potrete presentare anche di più.

Enciclopedia della donna 1965

Cestini di spaghettiDecorazione spaghetti fritti: per "legare" polpette, crocchette, palline

cestini parmigiano (2)Decorazione di spaghetti fritti

 

 

 

 

1. Cestini per presentare le verdure lessate o passate in padella

2. Decorazioni

chicco d'uva con glassa al gorgonzola e pistacchi di bronte 0    finocchi-fritti    girelle_Brötchen_mit_...,_Sanok_2013.    carolina insalata russa

Polpettine di spinaci in crosta    zucchine crema

Gli Antipasti di verdure

Come si mangiano i cibi, Prima parteGalateo 1 of 6    1  2   3 … 6 

Spiedini di insalata caprese con pomodorini, foglie di basilico e bocconcini di mozzarella, conditi con olio evo e aceto balsamico.

Caprese salad skewer appetizers.jpg

“Caprese salad skewer appetizers” by Larry Hoffman – Caprese Salad Skewer Appetizers. Licensed under CC BY 2.0 via Wikimedia Commons – “Käsespieße mit Weintrauben und Cocktailtomaten” by 4028mdk09 – Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons –
Come si mangiano verdure e uova, funghi e tartufo

Galateo: Come si mangiano e si servono verdure e uova, funghi e tartufo

Continuando la serie dei capitoli dedicati al galateo della tavola ci occupiamo ora del modo in cui si servono e si mangiano le uova e alcune verdure che pensiamo possano creare dei problemi ai padroni di casa e ai commensali..

Le verdure difficili

Gli asparagi
Andrebbero mangiati con le apposite pinzette, ma pochi le posseggono e le sanno usare con disinvoltura. Ci si regolerà quindi in questo modo:

  • in famiglia è permesso prenderli con le due dita dalla parte del gambo, portarli alla bocca e addentare la parte verde mangiabile.
  • In un pranzo elegante bisognerà, invece, tagliare il gambo col lato della forchetta e raccogliere in questa la parte verde, aiutandosi magari con un pezzetto di pane. Nel piatto di portata, gli asparagi vengono presentati con la parte bianca all’esterno, e serviti con le apposite molle.

Carciofi

  • I carciofi crudi si mangiano staccando le foglie ad una ad una con le dita ed intingendo man mano la parte tenera nel condimento preparato nel piatto (olio, sale e pepe).
  • Per i carciofi cotti si cerchi di usare la sola forchetta, ma quando le foglie sono un po’ dure, si possono mangiare come quelli crudi.
  • Il cuore del carciofo va ripulito col coltello dall’eventuale peluria, poi diviso con la forchetta. Non deve mai essere tagliato con il coltello.

L’insalata
deve essere portata in tavola nelle insalatiere e servita in piattini: le foglie, se sono troppo grandi vanno tagliate in cucina. A tavola è assolutamente proibito tagliare l’insalata col coltello.
.
I piselli
si spingono sulla parte concava della forchetta con l’aiuto di un grissino o di un pezzetto di pane. Anche se sono duri come pallini da schioppo, non si cerchi di domarli schiacciandoli sul piatto con la forchetta. I piselli si presentano a tavola in piatti piuttosto fondi per evitare che rotolino fuori dai bordi, quando i commensali li prendono con l’apposito cucchiaio dal piatto di portata.

Finocchi, sedani, ravanelli crudi, si servono tagliati a pezzettini. Si intingono con la forchetta nel condimento e si portano alla bocca sempre con la forchetta.

FUNGHI E TARTUFO

Funghi

  • Crudi: champignon e porcini affettati sottilmente in carpaccio e in insalata, togliendo loro i gambi che verranno usati per un’altra preparazione.
  • Cotti: ogni specie si presta ad essere preparata in modo diverso ed in ricette di sughi ed intingoli necessari a condire i crostini, la pasta e come contorno per la carne.
  • Come pulire e conservare i Funghi
  • Ricette con funghi e tartufo

Come pulire e conservare i Funghi

FUNGHI PORCINI DI SAN MINIATO

.

.

.

.

Tartufo

  • Il tartufo Bianco: rigorosamente a crudo.
    E’ molto delicato e la cottura lo rovinerebbe. Un calore leggero, però, aiuta a sprigionare l’aroma. Va affettato, con il taglia tartufo, in scaglie sottilissime al momento e direttamente sulla pietanza già pronta nel piatto: risotto, tagliatelle, uova all’occhio di bue.
  • Il tartufo Nero: soprattutto cotto.
    A differenza del bianco, esso rilascia il suo aroma proprio in cottura. Trova un ottimo utilizzo come guarnizione o nella preparazione di salse; in questo caso va tagliato a pezzetti e fatto insaporire in padella con aglio, olio, acciuga e timo, poi cosparsi sulla pietanza già pronta nel piatto. E’ perfetto nelle farciture per tortelli e arrosti e nel patè di fegatini di pollo al cognac.

Tartufo... secondo l'Artusi

Tartufo BIANCO (2)

Tartufo secondo Escoffier

 

 

 

 

apicio Scène_de_banquet_-_Herculanum

Ricette con il tartufo

tartufO BIANCO

 

.

 

 

Le UOVA

L’uovo alla coque
si porta in tavola nel porta-uovo appoggiato su un piattino. Solo in famiglia può essere presentato in tazza. Dopo aver tolto la parte superiore del guscio con l’apposito arnese o con l’aiuto di un cucchiaino, si mangia l’uovo asportandolo dal guscio col cucchiaino. Non si deve schiacciare il guscio vuoto né lasciarvi dentro il cucchiaino.
.
L’uovo all’ostrica
si serve su uno speciale cucchiaio con il fondo piatto e il manico corto. Dopo averlo condito con sale, pepe e limone si porta alla bocca  inghiottendolo in un sol colpo.
.
L’uovo sodo
si presenta già sgusciato e tagliato a metà o a spicchi o a fettine sottili. A tavola, non va mai tagliato col coltello, ma va spezzato col dorso della forchetta.
Solo nella ricorrenza pasquale vengono presentate col guscio le uova sode benedette o quelle colorate e adorne per rallegrare la tavola.
.
Le frittate
per nessuna ragione si tagliano con il coltello: ogni boccone va tolto e portato alla bocca con la forchetta.libri enciclopedia_donna

  • Le frittatine singole, ripiene o non, vengono prese dal piatto comune e trasferite sul proprio col cucchiaio di portata.
  • Le frittate grandi, invece, vengono tagliate a fette preparate in cucina:  ogni fetta sarà poi trasferita sul piatto di ciascun commensale con l’apposito coltello-spatola.

L’uovo al piatto
si mangia con la forchetta, immergendovi dei pezzetti di pane, anche questi “manovrati” con la forchetta.

6 nidi uova-di-quaglia salsiccia-

uova al tegamino finte pesche

.

.

.

.

Uova sode "Funghi sul prato"Uova sbattute, Uova strapazzate alla EscoffierUova in frittata: Frittata al forno con cime di rapa e ricotta

“Enciclopedia della Donna” 1965
Leggi anche

Come si mangiano verdure e uova, funghi e tartufo
riso risotto funghi

I classici. Risotto bianco: Risotto ai funghi

Ingredienti e dosi per 4 persone:

350 gr. di riso Carnaroli, 400 gr. di funghi a piacere (funghi porcini, champignon, spinaroli, mazze di tamburo, chiodini), mezzo bicchiere di vino bianco secco, 40 gr. di burro, 1 cipolla piccola, olio extravergine di oliva q.b, 1 spicchio di aglio piccolo, 1 lt. di brodo vegetale, 50 gr. di parmigiano grattugiato, prezzemolo, sale e pepe.

Difficoltà: 2/5 – Tempo: 15 min per la preparazione + 20 min di cottura
Preparazione:

 Per prima cosa pulite bene i funghi: separate la testa dal gambo staccandola con un movimento rotatorio, eliminate la sporcizia aiutandovi con un canovaccio inumidito e raschiate con un coltello la parte bianca che si trova sotto il cappello, dove potrebbero essersi depositati residui di terra.

Mondate e tagliate ad anelli la cipolla, fatela dorare con l’aglio in una capiente padella dai bordi bassi, insieme a una 20 grammi di burro e a un cucchiaio d’olio, dopodiché aggiungete i funghi tagliati in pezzetti e versateli nella padella per lasciarli insaporire per qualche minuto, aggiungendo se necessario un cucchiaio d’acqua.

A questo punto aggiungete anche il riso, fatelo tostare per un paio di minuti, bagnatelo con il vino e lasciatelo evaporare per bene, dopodiché portatelo a cottura in circa 20 minuti versando gradualmente il brodo caldo e mantecando spesso.

Quando la cottura sta per terminare aggiungete il restante burro, il parmigiano grattugiato, se gradite aggiustate di sale e mantecate per bene. Il risotto ai funghi può essere servito!

 Accorgimenti::

Mantecate continuamente e sempre nel medesimo verso il riso durante la cottura per permettere a tutti i chicchi di cuocere bene.

Idee e varianti:

 Idee e varianti:
La varietà di funghi potete sceglierla voi secondo le vostre preferenze. Se gradite, potete spolverizzare il vostro risotto ai funghi con un po’ di prezzemolo tritato.

ricettaidea.it

riso risotto funghi (2)

.

ALTRI RISOTTI

funghi SHIITAKE (4)Riso e champagnePetronilla: Risotto alla milanese e...Risotto con asparagi selvatici di pineta

 

 

 

 

Ricette

Risotto con germogli di pungitopoRisotto con Cavolfiore alla maniera di PetronillaRisotto con granchio GranciporroRisotto con prosciutto e melone

 

 

 

 

Risotto bianco: Risotto ai funghi  .
I classici: Risotto bianco, Risotto ai funghi

all. al n.2 di Annabella del 12-1-1978

-2019-12-22 Mushroom Risotto with onion and herbs finished with Parmesan and Mushroom, Trimingham.JPG
[[File:-2019-12-22 Mushroom Risotto with onion and herbs finished with Parmesan and Mushroom, Trimingham.JPG|-2019-12-22_Mushroom_Risotto_with_onion_and_herbs_finished_with_Parmesan_and_Mushroom,_Trimingham]]
Cotolette di funghi Pleurotos

Cotolette di funghi Pleurotus

Pleurotus ostreatus è una delle specie fungine più coltivate e conosciute nel mondo; in Italia è molto comune e viene denominata orecchione o fungo ostrica. Commestibilità ottima, specialmente se il fungo viene cotto alla graticola, gastronomicamente è molto versatile.

    Ingredienti

Funghi pleurotus, uova, pangrattato (io ho “grattato” le gallette di sesamo), olio per friggere, sale e pepe.

 Preparazione

Pulite i funghi con un panno umido, eliminando i gambi più fibrosi e duri. Battete le uova e insaporitele con sale e pepe; immergetevi i funghi. Passateli, quindi, nel pangrattato.

Cotolette di funghi Pleurotos (5)    Cotolette di funghi Pleurotos (3)    Cotolette di funghi Pleurotos (4)    Cotolette di funghi Pleurotos (2)

Friggete le cotolettine (ma potete anche cuocerle in forno a 200 gradi per 40 minuti circa: il tempo può variare a seconda della grandezza dei funghi), rigirandole a metà cottura. Sgocciolatele su carta assorbente, tamponando da ambo i lati.

Vino

I vini da scegliere sono certamente gli spumanti: l’anidride carbonica, che origina la spuma, è ripulente del gusto così da tenere un’efficace antagonista delle preparazioni grasse e dei fritti, rendendo la portata più fresca e leggera. potremmo optare per un Franciacorta, con bollicine finissime, persistenti, e spuma ricca. Ha sentori di frutto di bosco, mentre il sapore è secco, con sensazioni di frutta e possibili note amarognole.
Come regola generale quindi se i funghi sono gli unici protagonisti del piatto, o sono accompagnati da amidi come pasta, riso, polenta e patate, il vino sarà necessariamente delicato. Se invece guarniscono cibi più saporiti, il vino da scegliere dovrà saper bilanciare la componente più saporita del piatto, ossia la carne. everywine.biz

Mazze di tamburo fritti in salsa di noci

“Gilled mushroom cluster 2011-12-27 05” di Norbert Nagel – Opera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons –
Polenta con sugo di funghi

Polenta con sugo di funghi

.

 Ingredienti e dosi per 4 persone

Per la polenta
500 gr. di farina di mais, 1 litro e mezzo di acqua, 15 gr. di sale.
.
Per il sugo di funghi
350 gr. di funghi (galletti, pleurotus, champignon, porcini), 1 cipolla di media grandezza, 1 spicchio d’aglio, 4-5 cucchiai di olio evo, 250 gr. di polpa di pomodoro, prezzemolo tritato, sale.

Preparazione

Preparate il sugo di funghi
Mondate i funghi tagliando via l’estremità terrosa dei gambi, lavateli in fretta sotto acqua fredda corrente e subito asciugateli. Tagliateli a pezzi piuttosto piccoli. Pelate e lavate la cipolla, tagliatela a piccoli dadi. Pelate lo spicchio d’aglio. Riunite nella casseruola o nel tegame l’olio, i funghi, la cipolla, l’aglio e rosolate tutto insieme su fuoco medio, mescolando spesso, per 2-3 minuti. Unite la polpa di pomodoro, il prezzemolo tritato e, infine, il sale. Portate a bollore su fuoco medio; coprite, diminuite la fiamma e, mescolando qualche volta e controllando che la preparazione non si asciughi troppo e non attacchi (nel caso, bagnate con pochissima acqua), cuocete a fuoco dolce per circa 25 minuti o finchè i funghi sono teneri.

Quando il sugo sarà pronto, condite la polenta e spolverizzate con parmigiano grattugiato.

 Variante

Ho messo la polenta in una teglia, quindi ho inserito qua e là alcuni tocchetti di parmigiano. Ho poi passato il tutto al grill per 5 minuti.

polenta pasticciata

Polenta con sugo di funghi passata al grill prima di essere servita
 
Tagliatelle alla boscaiola con panna

Tagliatelle alla boscaiola con panna

Sulle tavole degli anni ’80 c’era un tripudio di panna, maionese, checiap (proprio così), e salse grondanti colesterolo a non finire, in pieno edonismo reganiano.

Uno dei primi piatti di quegli anni sono le

Tagliatelle ai funghi e salsiccia con panna

Ingredienti e dosi per 4 persone

400 gr. di tagliatelle o fettuccine, 100 gr. di salsiccia, 500 gr. di funghi che preferite, 200 ml. di panna da cucina, 1 cipolla piccola, 3 cucchiai di olio d’oliva, 30 gr. di burro, 50 gr. di formaggio parmigiano grattugiato, sale e pepe

Preparazione

Raschiate bene i funghi e strofinateli con un panno umido senza lavarli, poi tagliateli a fettine. Togliete la pelle e tagliate (o sbriciolate) la salsiccia. Mettete in una padella capiente l’olio, il burro e la cipolla tritata grossolanamente; fatela appena tostare, poi unitevi la salsiccia.

patate_funghi_al_forno (7)carciofi besciamella1Tagliatelle alla boscaiola (2).

.

.

.

Lasciate rosolare il tutto per qualche minuto, quindi versatevi un bicchiere di vino bianco secco e fatelo evaporare. Aggiungete i funghi, salate, pepate e fate cuocere a fiamma bassa per 30 minuti circa; poco prima della fine della cottura aggiungete la panna ed amalgamate bene il tutto.

Nel frattempo lessate le tagliatelle e fatele cuocere piuttosto al dente. Scolatele e rovesciatele nella padella con il sugo di funghi e la panna; mescolate bene, ma delicatamente. Condite con il parmigiano, mescolando per qualche momento in modo che il formaggio si amalgami bene a gli altri ingredienti. Togliete dal fuoco e portate in tavola ben caldo nello stesso recipiente di cottura.

 Varianti

Agli ingredienti potete aggiungere

  • 300 gr. di pomodorini oppure pomodori pelati.
  • 40 gr. di olive nere denocciolate
  • 100 gr. di piselli anche surgelati
 

Tagliatelle alla boscaiola con porcini senza panna

Come pulire e conservare i Funghi

Yeah! Ricette anni ’80 per una festa a tema.

 Di walimai73 (originally posted to Flickr as fettuccine con…) [CC BY-SA 2.0
Tagliatelle alla boscaiola con panna
Ravioli ai funghi con sugo di cipolle rosse

Ravioli ai funghi con sugo di cipolle rosse

.

Ingredienti e dosi per 4 persone

 500 gr. di ravioli ai funghi già pronti oppure per prepararli: 400 gr. di farina,  4 uova, un pizzico di sale

Per il ripieno
400 gr. di funghi freschi, 150 gr. di ricotta, 4 cucchiai di parmigiano grattugiato, 150 gr. di burro, 2 spicchi d’aglio, 1 mazzetto di prezzemolo, sale, pepe, noce moscata.

Per il sugo
2-3 cipolle rosse grandi, 35 gr. di burro, 1 carota e 1 costola di sedano tritati, 2 cucchiai di farina, latte qb, brodo vegetale.

Preparazione

Preparate il ripieno
Fate trifolare i funghi puliti e tagliati a dadini, con poco burro e con un trito di aglio e prezzemolo. Mescolatevi la ricotta setacciata, sale, pepe e noce moscata.

Preparate la pasta
I ravioli possono essere di forma rotonda o quadrata, la pasta si prepara al solito modo, una volta tirata la sfoglia disponete su metà di questa dei mucchietti di ripieno grossi come nocciole. Ripiegate l’altra metà della sfoglia sopra i mucchietti, pigiate bene la pasta intorno a questi per non lasciare aria all’interno. Con la rotellina dentata dividete i quadrati ottenendo così i ravioli. Sono in vendita anche delle speciali “ravioliere” che consentono una più veloce preparazione; per ottenere i ravioli tondi bisogna usare l’apposito stampino (coppa pasta).

tortelli cipolletortelli cipolle (4)tortelli cipolle (7)

.

.

.

.

Preparate il sugo di cipolle
Pulite e tritate la carota e il sedano. Pulite le cipolle, tagliatele a metà, quindi tagliate ogni metà a fettine. In una padella sciogliete il burro e fatevi rosolare la carota, il sedano e le cipolle. Una volta che le cipolle saranno dorate, bagnate con ½ bicchiere di brodo vegetale caldo, incoperchiate e fate cuocere a fuoco dolce. Passati 10-15 minuti aggiungete ½ bicchiere di latte tiepido, la farina, il sale, il pepe, incoperchiate e lasciate finire la cottura (10-15 minuti) fino ad ottenere una crema.

2 tortelli zucca- funghi-tortelli cipolle (2)tortelli cipolle (3)

.

.

.

.

Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata, dopo 3-5 minuti circa scolateli e versateli nella padella con il sugo, mescolate molto delicatamente (meglio sarebbe farli saltare) per evitare di romperli. Lasciate riposare un po’ e, quindi, servite.

tortelli cipolle (5)

Ravioli ai funghi con sugo di cipolle rosse
riso risotto zucca porcini

Riso Carnaroli con zucca e porcini

Ingredienti e dosi per 4 persone

280-300 gr, di riso parboiled (o Arborio o Carnaroli), 400 gr, di funghi porcini, 100 gr. di lardo, 250 gr. di polpa di zucca, mezza cipolla, olio e.v.o., sale e pepe.

Preparazione
 Fate rosolare la cipolla tritata nell’olio, versate un po’ d’acqua. Aggiungete il riso e mescolate. Passato qualche minuto unite la zucca tagliata a dadini e acqua calda q.b. e fate cuocere per 20 minuti circa, finchè l’acqua sarà tutta assorbita (per proseguire la cottura, se necessario, aggiungete altra acqua calda).
Poco prima della fine della cottura del riso aggiungete i funghi e mescolate delicatamente. Regolate il sale e portate a cottura il tutto. Lasciate riposare qualche istante e servite.
.

zuccafagiano-con-funghi-porciniriso-alla-zucca-con-porciniRiso alla zucca con porcini

.

.

.

Vino
I consigli di ropa55 – Cookaround Administratore

Bianco indiscutibilmente riso e zucca tendenza dolce funghi tannico terrosi col rosso fanno a pugni i funghi danno una bella dose di aromaticità io proverei un riesling o un traminer altoatesini, o un friulano DOC collio buono quello di Venica e Venica cosi’ d’acchitto.
riso risotto zucca porcini

 Riso Carnaroli alla zucca con porcini
Pumpkin-Pulusu.jpg[[File:Pumpkin-Pulusu.jpg|Pumpkin-Pulusu]]
tortelli zucca- funghi-

Tortelli di zucca con sugo di funghi

.

Ingredienti per 4 persone

280-300 gr. di Tortelli di zucca
 
Per il sugo
350 gr. di funghi misti, 1 cipolla media, 1 spicchio di aglio, qualche pomodorino, olio evo, sale.

Preparazione

Preparate i  Tortelli di zucca

Tortelli di Zucca 1.jpg    Tortelli di Zucca 2.jpg

Preparate il sugo di funghi: mondate i funghi tagliando via l’estremità terrosa dei gambi. Lavateli in fretta sotto l’acqua fredda corrente e subito asciugateli. Tagliateli a pezzi piuttosto piccoli.

Pelate e lavate la cipolla; tagliatela a piccoli dadi. Pelate l’aglio. Riunite nella casseruola o nel tegame l’olio, i funghi, la cipolla, l’aglio e rosolate tutto insieme su fuoco medio, mescolando spesso, per 2-3 minuti.

Unite i pomodorini tagliati a spicchi e senza i semi, quindi aggiungete il sale. Portate a bollore su fuoco medio. Coprite, diminuite la fiamma e, mescolando qualche volta e controllando che la preparazione non si asciughi troppo e non attacchi (nel caso, bagnate con pochissima acqua), cuocete a fuoco dolce per circa 25 minuti o finchè i funghi saranno teneri.

Il sugo ai funghi misti può essere perfetto per condire la polenta, ma anche un contorno per un piatto di carne.

zucca1 tortelli zucca- funghi-2 tortelli zucca- funghi-

.

.

.

.

Lessate i tortelli in abbondante acqua poco salata, perchè è già salato il ripieno. Occorre fare attenzione che l’acqua non bolla troppo forte per evitare che la pasta si rompa facendo fuoriuscire il ripieno. Scolateli un po’ al dente: raccoglieteli con un mestolo forato mano a mano che saliranno a galla.

tortelli zucca ravioli

Versateli nella padella con il sugo di funghi misti e fate saltare, o mescolate delicatamente. Servite.

Vino

Lambrusco Mantovano Rosso Doc, Oltrepò Pavese Riesling Italico (Lombardia), Traminer (Alto Adige).

La ZUCCA!

Tortelli di zucca con sugo di funghi
Tortelli di Zucca 1.jpg [[File:Tortelli di Zucca 1.jpg|Tortelli_di_Zucca_1]] Tortelli di Zucca 2.jpg[[File:Tortelli di Zucca 2.jpg|Tortelli_di_Zucca_2]] Tortelli.jpg [[File:Tortelli.jpg|Tortelli]]
Sage Scented Butternut Squash Ravioli with Creamy Sun Dried Tomato Sauce (3913606224).jpg [[File:Sage Scented Butternut Squash Ravioli with Creamy Sun Dried Tomato Sauce (3913606224).jpg|Sage_Scented_Butternut_Squash_Ravioli_with_Creamy_Sun_Dried_Tomato_Sauce_(3913606224)]]
fagiano-con-i-funghi

Fagiano arrosto con funghi porcini e tartufo

 .
Un piatto davvero prelibato, degno di un giorno di festa. Alla ricetta che segue, potete aggiungere scaglie di tartufo che daranno un ulteriore tocco di raffinatezza. Buon appetito!

La ricetta del fagiano con funghi

Tempo: 55 minuti.

Ingredienti e Dosi: per 4 persone

1 fagiano intero, 300 gr. di funghi, 3 rametti di prezzemolo, 1 spicchio d’aglio, 30 gr. di burro, 1 cipolla, 1 carota, 100 ml. di brodo, Olio extravergine di oliva q.b, Pepe q.b, Sale q.b.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
.

 Preparazione
  1. Frollatura e marinatura della selvaggina prima della cottura
  2. Come preparare la selvaggina da piuma (o da penna)

Acquistate un fagiano già pulito per facilitarvi il lavoro e ungetelo d’olio, sia all’interno che all’esterno. Pepatelo, salatelo e legatelo con lo spago da cucina. Fate scaldare il burro con un filo d’olio in una casseruola e unite il fagiano. Nel frattempo che il fagiano rosola voi tagliate finemente la cipolla e la carota. Versate il brodo nella casseruola, aggiungete le verdure, salate e fate cuocere il fagiano a fiamma bassa per 30 minuti.
Nel mentre fate scaldare due cucchiai d’olio in un’altra padella e mettete a rosolare lo spicchio d’aglio. Unite i funghi e il prezzemolo, salate e fate cuocere per 10 minuti a fiamma bassa.
Trasferite i funghi nella casseruola con il fagiano, versate ancora un mestolo di brodo, salate, pepate e proseguite la cottura per ulteriori 10 minuti. Quando il fagiano è pronto adagiatelo su un elegante piatto da portata e servitelo in tavola

fagiano_con_porcinifagiano con funghi porcinifagiano_con_porcini_2_fagiano_con_porcini_4_.
.
.

.

.

Accorgimenti

Se vi accorgeste che il fagiano tende ad attaccarsi al fondo della casseruola durante la cottura, unite ancora un mestolo di brodo.
..

Idee e varianti

Se desiderate, potete aggiungete anche delle cipolline o delle olive taggiasche, per un piatto ancora più saporito e gustoso.

.
 Vino

Barbera Riserva Terre di Montebudello Alto Adige (Südtirol o Südtiroler), Cabernet Sauvignon o Cabernet Franc o Cabernet Alto Adige (Südtirol o Südtiroler), Merlot Trentino Superiore, RossoTrentino, Cabernet Sauvignon (anche Riserva) Trentino, Rosso da due varietà di vite Valdadige (o Etschtaler) Terra dei Forti Cabernet Sauvignon e Cabernet Sauvignon Riserva.

Fagiano arrosto, una ricetta tratta dall’Almanacco della cucina del 1935

Di Ewan Munro from London, UK (Gunmakers, Clerkenwell, London  Uploaded by tm) [CC BY-SA 2.0
Tortino di funghi e spinaci

Tortino di funghi e spinaci

.

Ingredienti per 4 persone

500 g. di funghi champignon, 500 gr. di spinaci , 150 gr. di formaggio a tocchetti o grattugiato, 1 cipolla tritata, 1 uovo, burro, olio evo, sale e pepe.

Preparazione

In una padella fondere mezza noce di burro con 1 cucchiaio d’olio ed insaporirvi la cipolla tritata. Salare leggermente. Cuocere finchè la cipolla sarà trasparente.

tortino_di_funghitortino_di_funghi_3tortino_di_funghi5tortino_di_funghi (3).

.

.

.

In un’altra padella fondere una noce di burro e cuocere gli spinaci. Una volta cotti lasciarli raffreddare, poi strizzarli bene. Salare leggermente. Aggiungere 1 uovo e mescolare.

Con un coltellino pelate via la parte terrosa all’estremità inferiore dei gambi dei funghi, prendendo insieme quanta meno polpa è possibile. Mondate anche le parti sciupate. Lavateli velocemente sotto acqua fredda corrente, strofinandoli con uno spazzolino morbido, Asciugateli immediatamente con cura. In un’altra padella ancora, fondere una noce di burro e mettere i funghi tagliati a fettine. Salare leggermente e cuocere per 20 minuti.

Foderare una teglia con carta da forno (o imburrarla) e cospargere il fondo di spinaci. Sopra gli spinaci distribuire metà cipolla, il formaggio ed un pizzico di pepe. Coprire il tutto con i funghi. Aggiungere la cipolla rimasta, altro formaggio e pepe. Cuocere in forno preriscaldato a 200 gradi per 20 minuti. Sfornare e lasciare riposare.

Vino

Pinot Grigio (Trentino), Cabernet Sauvignon, Trebiano di Romagna.

tortino_di_funghi (4)
 Tortino di funghi e spinaci
Pasticcio di patate con funghi e mortadella

Pasticcio di patate con funghi e mortadella

.

Ingredienti per 4 persone

400 gr, di patate, 200 gr. di funghi, 1 cipolla, 150 di formaggio a piacere, 2 fette di mortadella, parmigiano grattugiato q. b, 100 gr. di lardo e prosciutto crudo a cubetti, 1 uovo, noce moscata grattugiata, sale e pepe

Preparazione

Con un coltellino pelate via la parte terrosa all’estremità inferiore dei gambi, prendendo insieme quanta meno polpa è possibile. Mondate anche le parti sciupate. Lavateli velocemente sotto acqua fredda corrente, strofinandoli con uno spazzolino morbido. Asciugateli immediatamente con cura.

patate_funghi_al_forno (7)5 patate zampone lenticchipatate_funghi_al_fornopatate (2)

.

.

.

.

In una padella sciogliere il lardo a cubetti ed il prosciutto a cubetti. Aggiungere la cipolla tritata e farla imbiondire. Aggiungere i funghi, versare mezzo bicchiere di vino bianco e farlo evaporare, regolare il sale e lasciarli insaporire.

Lessare le patate, pulirle e schiacciarle molto bene. In una ciotola mettere il composto con poco latte, l’uovo, il formaggio spezzettato, un pizzico di noce moscata grattugiata, il sale e il pepe. Mescolare bene e lasciare riposare qualche minuto. Tagliare una patata a fette sottili e sbollentarle per qualche minuto (serviranno per la decorazione finale). Ricoprire una teglia (io ne ho usata una da 18 cm. ø) con carta da forno e versare una parte del composto di patate.

patatepatate_funghi_al_forno_2_ patate_funghi_al_forno (3) patate_funghi_al_forno_3_.

.

.

.

Livellare, coprire con i funghi, la mortadella spezzettata, il formaggio a pezzetti e spolverizzare con il parmigiano grattugiato. Ricoprire con il composto di patate.

Procedere così a strati fino al temine degli ingredienti. Terminare mettendo qualche pezzetto di formaggio, quindi le fettine di patate. Infornare per 20 minuti (o fino a quando la superficie sarà ben dorata) a 200 gradi in forno già caldo. Passare al grill per qualche minuto. Far raffreddare nella teglia, altrimenti il tortino si romperà. Servire freddo o tiepido dopo una veloce ripassata in forno.

patate_funghi_al_forno (4)Gratin-Comte-champ.jamb1mushroom_scalloped_potatoes3.

.

.

.

Varianti
  • Le patate, invece che in puré, possono essere tagliate a fettine sottili, scottate in acqua salata e messe in teglia leggermente sovrapposte l’una all’altra.
  • Per gustare questa pietanza caldissima, cuocere e servire in cocotte unta di burro: mettere fiocchetti di burro sulla superficie.
Vino

Sauvignon Blanc, Cabernet Blanc, Pignoletto, Trebbiano, Chardonnay

patate_funghi_pasticcio

 Pasticcio di patate con funghi e mortadella

Scaloppine funghi porcini panna

Una ricetta veloce per le Scaloppine ai funghi porcini affogate nella panna

Sulle tavole degli anni ’80 c’era un tripudio di panna, maionese, checiap (proprio così), e salse grondanti colesterolo a non finire, in pieno edonismo reganiano.

Uno dei secondi piatti di carne che avevano successo in quegli anni erano le Scaloppine ai funghi affogate nella panna.

Se abbiamo dei meravigliosi porcini, un modo per gustarli è abbinarli alle scaloppine, un grande classico della gastronomia. Anche se è tipico dell’autunno è però, apprezzabile in ogni stagione; qui di seguito una ricetta veloce per le scaloppine ai funghi porcini.

Ingredienti

4 fettine di fesa di vitello o di tacchino ben battute 200 g di funghi porcini freschi, 1 spicchio di aglio, 50 ml di panna fresca, Farina q.b, Prezzemolo q.b, Vino bianco secco q.b. 250 ml di brodo (1 bicchiere), 1 noce di burro, Olio extravergine d’oliva q.b, Sale q.b, Pepe q.b,

 Preparazione

Dopo aver mondato e affettato i funghi, poneteli in un tegame, a fiamma bassa, per far fuoriuscire l’acqua di vegetazione; alzate quindi la fiamma e aggiungete l’olio extravergine di oliva, lo spicchio d’aglio schiacciato, sale e pepe. Cuocete mescolando di tanto in tanto, finché i funghi non saranno diventati teneri.

Infarinate le fettine di fesa di vitello, lasciatele doratele in un’altra padella da entrambi i lati con una noce di burro e sfumatele con il vino bianco. Una volta cotte, trasferitele nel piatto da portata.

Nella padella in cui avete cotto la carne aggiungete un po’ di vino bianco e un bicchiere di brodo; portate a ebollizione e fate ridurre della metà. Incorporate la panna e i funghi, aggiustate di sale e pepe e, sempre mescolando, spolverate con il prezzemolo tritato.

Versate la salsa ai funghi sopra le scaloppine e servite ben caldo.

Scaloppine funghi porcini panna

Scaloppine ai funghi porcini e panna Di Pp1809a (Opera propria) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], attraverso Wikimedia Commons”  Scaloppine with mushrooms.JPG [[File:Scaloppine with mushrooms.JPG|Scaloppine_with_mushrooms]]
sscaloppine tofu-funghi trifolati

Scaloppine di tofu con funghi champignon freschi

 

Ingredienti per 4 persone

2 panetti di tofu alle erbe aromatiche o al naturale, 500 g di funghi champignon freschi, 50 gr. di speck, mezzo bicchiere d’olio, 1 mazzetto di prezzemolo, uno spicchio d’aglio, vino bianco secco, farina sale e pepe.

 Preparazione

Con un coltellino pelate via la parte terrosa all’estremità inferiore dei gambi dei funghi, prendendo insieme quanta meno polpa è possibile. Mondate anche le parti sciupate. Lavateli velocemente sotto acqua fredda corrente, strofinandoli con uno spazzolino morbido, Asciugateli immediatamente con cura. In un tegame fate rosolare lo speck tritato, quindi aggiungete i funghi mondati ed affettati, abbassate la fiamma affinchè fuoriesca l’acqua di vegetazione. Dopo un paio di minuti alzate il fuoco, unite l’olio, l’aglio ed il prezzemolo tritati, sale, pepe e lasciate cucinare per 10 minuti.

fagiano-con-funghi-porcinifunghi trifolati Daube_de_cèpes (2)tofu1 scaloppine tofu funghi pleurotus semi sesamo lino

.

.

.

.

Asciugate i panetti di tofu tamponandoli con un panno pulito o carta da cucina. Tagliateli orizzontalmente per avere due simil scaloppine per ogni panetto. Infarinate le fettine e doratele in una padella a parte  facendo attenzione a che non attacchino. Sfumatele col vino e aggiungetele ai funghi. Proseguite  cucinando per altri 15 minuti, quindi servite ben caldo.

tofu funghi (2)

  • Prima della cottura, potete marinare il tofu: mettete il tofu tagliato in una soluzione di acqua, aceto di mele e shoyu (salsa di soja), aggiungete foglioline di erbe aromatiche come salvia, rosmarino, timo, origano ecc. Coprite e lasciate riposare almeno 30 minuti, più tempo rimarrà e più sarà insaporito.

Scaloppine di tofu al naturale con funghi pleurotus e semi di sesamo e di lino

funghi porcini Scaloppine

Scaloppine con funghi in salsa di noci

.

 Ingredienti per 4 persone

8 fettine di vitello, 500 gr. di funghi misti (o champignon), 1 cipolla, 3 cucchiai di farina, 50 gr. di burro, 15 gherigli di noci, 1 spicchio d’aglio, 4 cucchiai circa di latte, brodo, sale e pepe.

Preparazione

Mondate i funghi: Con un coltellino pelate via la parte terrosa all’estremità inferiore dei gambi, prendendo insieme quanta meno polpa è possibile. Mondate anche le parti sciupate. Lavateli velocemente sotto acqua fredda corrente, strofinandoli con uno spazzolino morbido, Asciugateli immediatamente con cura. Affettateli e versateli in tegame e cuoceteli su fiamma media finchè uscirà l’acqua di vegetazione; dopo un paio di minuti alzate il fuoco, unite il burro, l’aglio ed il prezzemolo tritati, sale, pepe e lasciate cucinare per 10 minuti, quindi teneteli al caldo.

Nel frattempo, se necessario, battete leggermente le fettine e infarinatele. Appassite in padella la cipolla tritata in una noce di burro, unite le fettine di carne e doratele da ambo le parti facendo attenzione a che non attacchino. Regolate il sale e il pepe, bagnate con un po’ di brodo e cuocete per 5 minuti a fuoco basso. Scolate le fettine dal fondo di cottura e tenetele in caldo.salsa noci

Preparate la salsa alle noci: Aggiungete il latte al sughino delle scaloppine (regolatevi: se occorre versatene dell’altro per formare una crema), mescolate bene e unite le noci tritate finemente; cuocete per un altro minuto a fiamma bassa.

Mettete nel tegame con la salsa alle noci le scaloppine e i funghi, lasciate il tutto per qualche secondo ad insaporirsi. Presentate la carne e i funghi in un piatto di portata ricoperti con la salsa. Servite.

  • C’è un trucco per far uscire una noce tutta intera dal guscio:
    lasciatele a bagno tutta una notte in acqua salata e schiacciatele poi, con molta attenzione.

scaloppine-con-champignon-in-salsa-di-noci-R-eI3TF7

Scaloppine con champignon in salsa di noci
A US Beef steak with mixed mushrooms from Gold Phoenix Steak House, Tuen Mun.jpg
[[File:A US Beef steak with mixed mushrooms from Gold Phoenix Steak House, Tuen Mun.jpg|A_US_Beef_steak_with_mixed_mushrooms_from_Gold_Phoenix_Steak_House,_Tuen_Mun]]
Mazze di tamburo in salsa di noci

Mazze di tamburo fritti in salsa di noci

Jean-Claude Holcher
La mazza di tamburo (Macrolepiota procera) è volgarmente conosciuta anche come puppola, bubbola maggiore, ombrellone o parasole. È uno dei più vistosi, conosciuti ed apprezzati funghi commestibili. La sua tossicità da cruda, caratteristica poco nota e comune ad altre specie congeneri, è causa di non infrequenti intossicazioni (v. le note sulla commestibilità).

Una volta fritti, possiamo servire i funghi accompagnati da una deliziosa Salsa alle noci alla quale aggiungere funghi trifolati

Mazze di tamburo fritte, la ricetta di Paolera

Ingredienti

8 funghi (quelli che ho trovato io) 5 uova, un goccio di latte, pane grattugiato, olio extra vergine, sale e pepe.

Preparazione

il procedimento è semplicissimo: immergerli nell’uovo sbattuto al quale ho aggiunto un goccio di latte e un pizzico di sale per renderlo più fluido..

Cotolette di funghiCotolette di funghi (2)Cotolette di funghi (3).Cotolette di funghi (4)

.

.

 

.e passarli nel pane grattugiato che ho fatto frullando grossolanamente del pane secco integrale con del pane secco normale.

Cotolette di funghi (5)Cotolette di funghi (6)funghiCotolette di funghi (7).

.

.

.

Ecco la pila pronta per la frittura in una capiente teglia aspettiamo che l’olio diventi molto caldo.. e incominciamo.. rigiriamoli…eccoli pronti..vi consiglio di mangiarli caldi.

Vino
I vini da scegliere sono certamente gli spumanti: l’anidride carbonica, che origina la spuma, è ripulente del gusto così da tenere un’efficace antagonista delle preparazioni grasse e dei fritti, rendendo la portata più fresca e leggera. potremmo optare per un Franciacorta, con bollicine finissime, persistenti, e spuma ricca. Ha sentori di frutto di bosco, mentre il sapore è secco, con sensazioni di frutta e possibili note amarognole.
Come regola generale quindi se i funghi sono gli unici protagonisti del piatto, o sono accompagnati da amidi come pasta, riso, polenta e patate, il vino sarà necessariamente delicato. Se invece guarniscono cibi più saporiti, il vino da scegliere dovrà saper bilanciare la componente più saporita del piatto, ossia la carne. everywine.biz

Salsa ligure di noci

Cotolette di funghi Pleurotus

Mazze di tamburo in salsa di noci
[[File:Parasol mit Pilzsauce.jpg|thumb|Parasol mit Pilzsauce]]
Pizza_Quattro_Stagion

Pizza 4 stagioni

 Xocolatl

Col nome pizza, praticamente ignoto al di là della cinta urbana napoletana, ancora nel XIX secolo, si indicavano le torte, quasi sempre dolci. Fu solo a partire dagli inizi del XIX secolo che la pizza assunse, sempre a Napoli, la sua attuale connotazione. Il successivo successo planetario della pietanza ha portato, per estensione, a definire nello stesso modo qualsiasi preparazione analoga.
pizza 4 stagioni

.

Ingredienti e dosi per 4 persone
400 gr. di pasta, 25 gr. di olive nere, 50 gr. di prosciutto, 50 gr. di funghi, 50 gr. di mozzarella,, filetti di acciughe, capperi, carciofini sott’olio, pomodori pelati, olio evo, sale e pepe.
.
Preparazione
Adagiare in una teglia ben unta, la pasta di pane che avrete avuto cura di tirare ad uno spessore di mezzo centimetro. Coprire di pomodori pelati e segnare con un coltello la divisione in quattro spicchi; coprire il primo di dadini di mozzarella, il secondo di fette di prosciutto cotto e carciofini, il terzo con acciughe e capperi, il quarto di funghi sott’olio. Infornare a circa 250 gradi lasciando cuocere per un quarto d’ora.
Faraona con polenta bianca e porcini speck

Faraona in tegame con polenta bianca e intingolo di porcini allo speck

La gallina faraona è originaria della Numidia (Africa) ed era molto apprezzata sulle mense degli antichi Faraoni. Il nome latino è Nimida Meleagris e deriva dal luogo di origine e da una leggenda che narra che alla morte di Meleagro, re di Calidone, le sue sorelle lo piansero tanto che la dea Diana, impietosita, per togliere loro la memoria della disgrazia, le trasformò appunto in galline faraone.
Venendo a discorsi più pratici…, si può dire che la gallina faraona è più costosa, ma più “elegante”, e ha carne più saporita del pollo di allevamento, per cui è bene non cucinarla appena uccisa, ma lasciarla frollare per 4-5 giorni in inverno e per 2 giorni in estate. La carne ha un sapore simile a quello del fagiano e può essere cucinata in salmì, alla griglia, arrosto e in casseruola. Per la preparazione la faraona va spennata, svuotata e passata alla fiamma come una comune gallina o pollo; nei negozi si trova in vendita già spennata e si può chiedere di svuotarla e di eliminare testa, collo e zampe
Ingredienti per 4-5 persone

1 faraona di 2 kg. circa pronta per la cottura (peso lordo kg. 2.500), aglio, sale, rosmarino, 4-5 pomodorini Piccadilly.
 
Per l’intingolo:
500-600 gr. di funghi porcini freschi, 100 gr. di speck a cubetti, 1 cipolla tritata fine, prezzemolo.

Per la polenta bianca¹:
Farina, acqua sale. Calcolate per ogni litro d’acqua: 300 gr. di farina per una polenta soda, 250 gr. per una polenta di media consistenza e 200 gr. per una polenta molto tenera.

 Preparazione

Cottura della faraona:
spennatela, svuotatela, passatela alla fiamma, lavatela ed asciugatela. Tagliatela a pezzi e mettetela in tegame, su fiamma moderata, a rosolare nel suo grasso (solitamente questa gallina ha abbastanza grasso) con aglio e rosmarino. Giratela spesso per 8-10 minuti o finchè sarà dorata. Scolate dalla casseruola l’olio in cui avete rosolato la faraona o cambiate tegame. Unite i pomodorini, 1 bicchiere di brodo caldo, salate e portate a bollore. Coprite, riducete la fiamma e, girando qualche volta la faraona, cuocete a fuoco dolce per 1 ora o finchè, pungendo a fondo una coscia nel punto di maggiore spessore con la lama di un coltello, la sentirete tenera. se durante la cottura il sugo si asciugasse troppo allungatelo con poco brodo.

  1. Frollatura e marinatura della selvaggina prima della cottura
  2. Come preparare la selvaggina da piuma (o da penna)

 faraona polentaFaraona in tegame con polentaFaraona in tegame con polenta (2)Faraona in tegame con polenta (3).

.

.

.

Cottura dei funghi
Con un coltellino pelate via la parte terrosa all’estremità inferiore dei gambi, prendendo insieme quanta meno polpa è possibile. Mondate anche le parti sciupate. Lavateli velocemente sotto acqua fredda corrente, strofinandoli con uno spazzolino morbido, Asciugateli immediatamente con cura. Rosolate i cubetti di speck, aggiungete la cipolla e fatela soffriggere. Unite i pezzetti di funghi, il prezzemolo. Mescolate delicatamente e portate a cottura. Servite la faraona con i porcini e la polenta.

 Vino

Merlot (Veneto), Pinot nero (Alto Adige), Sangiovese di Romagna

  • ¹Differenza tra polenta gialla e polenta bianca.
    Nelle cucine del Veneto (soprattutto nelle province di Venezia, di Treviso e di Padova) quasi quotidianamente fino a poche decine d’anni fa si celebrava il rituale della preparazione della Polenta, dove per Polenta si intendeva esclusivamente la Polenta Bianca. E’ questo uno dei misteri gastronomici che non hanno ancora trovato una risposta, infatti in tutta Italia e anche in parte del Veneto, quando si dice Polenta non è neanche necessario specificare se Gialla o Bianca, data la predominanza della prima. Uno dei suoi tipici accostamenti, come vogliono le tradizioni della mia famiglia, è quello con il Baccalà in umido o con quello bianco (prossimamente…)! Il cuciniere.blogspot.com.
Faraona con polenta
Faraona con polenta bianca e porcini speck
Polpettine ricotta funghi speck

Polpettine con ricotta, funghi e con speck

 

Ingredienti e dosi per 4 persone

500 gr. di ricotta, 200 gr. di funghi porcini freschi, 100 gr. di funghi secchi, 160 gr. di speck, 1 cipolla (o 4 scalogni), 4 tuorli, 2 uova intere, olio evo, 50 gr. di burro, 100 gr. di parmigiano grattugiato, 150 gr. di pane grattugiato, 100 gr. di farina, erba cipollina, sale e pepe

Preparazione

Ammollate in acqua calda  i funghi secchi per 30 minuti, poi scolateli, strizzateli e tritateli fini: Non gettate l’acqua perchè servirà per cuocere le polpettine. Mettete i funghi ammollati e tritati in una padella con poco olio, la cipolla tritata, il sale, il pepe e fateli saltare.

1 polpettine-ai-funghi-e-ricotta-con-speck-2 polpettine-ai-funghi-e-ricotta-con-speck3 polpettine-ai-funghi-e-ricotta-con-speck-4

 

 

 

 

Con un coltellino pelate via la parte terrosa all’estremità inferiore dei gambi dei porcini freschi, prendendo insieme quanta meno polpa è possibile. Mondate anche le parti sciupate. Lavateli velocemente sotto acqua fredda corrente, strofinandoli con uno spazzolino morbido, Asciugateli immediatamente con cura. Tagliateli a pezzetti e aggiungete il sale ed il pepe e fateli saltare in una padella con il burro.

In un’altra padella  con poco olio fate rosolare lo speck a dadini piccoli.

5 polpettine-ai-funghi-e-ricotta-con-speck-L-ZZOp5l 6 polpettine-ai-funghi-e-ricotta-con-speck 7 polpettine-ai-funghi-e-ricotta-con-speck 8 polpettine-ai-funghi-e-ricotta-con-speck

 

 

 

In una ciotola mescolate e lavorate bene la ricotta, il pangrattato, le uova, il parmigiano ed i funghi ammollati, salate e pepate: l’impasto dovrà essere omogeneo.

Bagnatevi le mani e formate delle polpettine della grandezza di una noce o poco più, facendo rotolare velocemente le polpettine su un piano infarinato.
Portate a bollore l’acqua dei funghi secchi, insaporitela e versate le polpettine. Cuocete per circa 2–3 minuti, quindi scolatele e fatele saltare nella padella con i porcini.

Versate sul piatto da portata e guarnite con lo speck e l’erba cipollina tritata al momento.

Vino
Teroldego Rotaliano DOC (Trentino), Sangiovese (Romagna ), Nebbiolo (Piemonte).
Ringrazio asa che ha testato e variato la ricetta: “….questi gnocchetti sono una meraviglia allora io ho fatto mezza dose di tutto con due eccezioni: ho messo un solo uovo e 20g di mandorle tritate finissime + 30g parmigiano (invece che 50g di parmigiano solo) buonissssimi! io nn avevo porcini, e ho fatto misto funghi congelati, ottimi lo stesso!!! consistenza perfetta anche con un uovo solo anzi, forse con 3 sarebbe stato troppo liquido x i miei gusti! ecco le foto. ah ne sono venuti 16, di dimensioni.. forse un ninin + grandi delle noci
polpette polpette (2) polpette (3) polpette (4)
 
 
 
 
 
 Polpettine ricottine ai funghi con speck